Pubblicità

La Federazione “Migep” e il sindacato SHC presentano la “Giornata Nazionale degli Operatori Socio Sanitario”. Appuntamento previsto per il 29 maggio 2020.

Ai vari livelli di responsabilità deve esserci un profondo recupero del valore della professione; ascolto, stima e dignità sono aspetti importanti per il clima organizzativo. E’ quanto fanno sapere la Federazione MIGEP e il sindacato SHC, che organizzato per il 29 maggio 2020 la Prima Giornata Nazionale degli Operatori Socio Sanitari.

Una condizione necessaria, per iniziare il processo di costruzione di una cultura dell’operatore socio sanitario, la programmazione del 29 maggio giornata dell’oss; non potendo organizzare come ogni anno il convegno a Roma al Senato  e animati di questa convinzione che dopo l’iniziativa delle braccia conserte, come Federazione Migep e shc oss chiediamo a tutti i colleghi negli ospedali e nelle RSA, Ra “di scendere in piazza” con le proprie foto appese nelle piazze, nei luoghi di lavoro, in un panorama di fragilità, dando una distesa di sorrisi, di sguardi che aspettano di tornare alla normalità; poiché l’oss è in prima linea, anche per non dimenticare molti dei nostri colleghi che hanno perso la  vita, e tutte le persone che hanno perso la vita.

URGE UNA RIVOLUZIONE CULTURALE ISTITUZIONALE per trovare una nuova “normalità “ in questa professione.

Stiamo proponendo idee per un vero riposizionamento della professione e verso un sistema politico che deve rimettere in piedi il Sistema Sanitario e il Sistema Sanitario sociale, è il momento di cambiare, lasciarlo così è un ulteriore rischio.

La nuova generazione oss entra nella professione che dovrebbe offrire opportunità per sviluppare le conoscenze, le competenze, la fiducia in se stessi e la soddisfazione di essere oss.

Tutti gli oss devono essere consapevoli della propria professione ed essere professionisti, protagonisti dei nuovi scenari, basta essere una professione passiva.

Facciamo appello a tutti gli oss, di essere uniti e coesi  “scendere in piazza con le proprie immagini”, dando in questo modo un segnale forte a una professione, che oggi è considerata un legionario della sanità italiana, negandole di fatto, un ruolo.

Il 29 maggio 2020 “Giornata dell’oss” sarà l’anno Nazionale per ricordare, e resterà nella storia, perché tante categorie (tutte) hanno combattuto in prima linea a costo della loro vita.

Inviateci le foto a [email protected]