Pubblicità

Coronavirus: OSS tenta il suicidio a Roma ma due colleghe infermiere intervengono e lo salvano.

Coronavirus, per Gaetano (nome di fantasia) è stata troppa la paura di essere positivo e un semplice ritardo di comunicazione dei risultati ha indotto il collega a tentare di farla finita.

I fatti sono accaduti nella sera di Giovedì scorso come ci confermano le due colleghe.

Erano in turno e aspettavano il risultato del tampone eseguito nei giorni antecedenti.

Gaetano aveva accusato negli ultimi giorni qualche linea di febbre e affaticamento, per questo era molto preoccupato, ci raccontano.

A fine turno ancora nessun risultato per lui e per una delle due infermiere che si sono molto allarmate quando l’Oss in assenza del risultato ha deciso di considerarsi positivo ed ha lasciato il lavoro dicendo che poteva ritenersi “un morto che camminava”.

Le due hanno seguito Gaetano nel parcheggio dove grazie all’aiuto della guardia giurata sono subito intervenute evitando il folle gesto, attraverso un’incongrua assunzione di farmaci parzialmente riuscita.

La corsa in ospedale ed il trattamento del caso ha permesso all’uomo di essere salvato.

Nei prossimi giorni sarà dimesso ma non senza un periodo di riposo ed un percorso di sostegno psicologico.