Mancano Infermieri e OSS: tra doppi turni e sfruttamento. Protesta Fials Bologna.
Mancano Infermieri e OSS: tra doppi turni e sfruttamento. Protesta Fials Bologna.
Pubblicità

Emergenza Coronavirus. Protesta la FIALS di Bologna e Imola per l’assunzione di Operatori Socio Sanitari attraverso agenzie di lavoro interinale. Le aziende ignorano le graduatorie del recente Concorso per OSS. Partiranno a breve denunce e ricorsi.

Sono inviperiti gli Operatori Socio Sanitari idonei e in graduatoria al Concorso per OSS di Bologna e Imola. Infatti, la notizia che sta circolando prepotentemente sul web e negli ambienti sindacali è quella dell’assunzione di operatori attraverso agenzie interinali, ignorando la presenza di idonee graduatorie, così come avviene per l’avviso pubblico degli Infermieri (ai quali vengono proposti 36 mesi). Protesta la FIALS con un apposito comunicato a firma del segretario provinciale Alfredo Sepe.

Ecco la missiva della FIALS di Bologna e Imola ai vertici delle Aziende sanitarie interessate.

Spettabile

  • Direzione Generale AOSP Bologna
  • Direzione Generale USL Bologna
  • Direzione Generale IOR
  • Direzione Generale USL Imola

E, pc

  • Segretario Regionale FIALS ER

Oggetto: Assunzione Internali – Potenziale Ricorso Aventi Diritto – Graduatoria OSS.

Siamo venuti a conoscenza che la vostra direzione, per il tramite delle Agenzie Interinali, stà ricorrendo al lavoro in somministrazione, non attingendo dalla graduatoria OSS attualmente vigente, attiva ed utilizzabile.

Molteplici operatori sono già stati contattati per l’assunzione, dando anche i termini di preavviso alle proprie Aziende di appartenenza, in alcuni casi, vista l’Urgenza hanno anche subito l’applicazione delle penali economiche previste dai vari CCNL di settore per il mancato rispetto dei termini minimi di preavviso, se non vengono assunti rimangono letteralmente senza lavoro.

Non si comprende questo modus operandi che delegittima i vincitori di concorso, che a nostro avviso devono immediatamente essere reclutati, visto anche il momento emergenziale e la carenza cronica di operatori socio sanitari.

Restiamo in attesa di riscontro Urgente, al fine di evitare di intraprendere altri percorsi a tutela degli operatori aventi diritto .

Dott. Alfredo Sepe
Segretario Generale Provinciale FIALS Bologna – Imola