histats.com
domenica, Aprile 21, 2024
HomeIn evidenzaAttestati OSS fasulli. Un 38enne denuncia l'azienda formatrice. Inizia l'inchiesta.

Attestati OSS fasulli. Un 38enne denuncia l’azienda formatrice. Inizia l’inchiesta.

Pubblicità

Continuano le polemiche in Sicilia sui presunti attestati fasulli per Operatori Socio Sanitari (OSS). Arriva la denuncia di un 38enne e le indagini della Procura.

Continuano le polemiche in Sicilia sui presunti attestati fasulli per Operatori Socio Sanitari (OSS). E ora scattano anche le indagini dopo la denuncia di un uomo di 38 anni truffato da una fantomatica azienda formatrice.

Il 38enne era entrato in servizio al Civico di Palermo e poi licenziato perché in possesso di Attestato da OSS falso, rilasciato da un Ente formativo farlocco. Da tempo come AssoCareNews.it ci stiamo occupando di casi simili, ma da qualche tempo lo sta facendo e in maniera assidua anche la magistratura.

Chiuse le indagini preliminari nei confronti del 62enne nisseno Francesco Angelo Ponticelli imputato per i reati di truffa e falsità materiale commessa dal privato. L’uomo, secondo quanto ricostruito nel corso delle indagini preliminari, in qualità di titolare di un Ente di formazione siciliano, mediante artifizi e raggiri consistiti nel far credere di essere un ente di formazione accreditato dalla Regione Siciliana anche per l’organizzazione di corsi per Oss, Operatori Socio Sanitari, organizzava corsi pur non avendo lo specifico accreditamento per farlo. A fronte di somme di denaro sborsato dai partecipanti al corso avrebbe rilasciato poi un attestato finale che non risultava spendibile. I falsi certificati, inoltre, sarebbero stati rilasciati utilizzando la firma del responsabile, non più in carica, di una società con sede a Bologna, il quale avrebbe disconosciuto ogni collaborazione con l’Ente formativo siciliano.

Stando a quanto si è appreso da testate locali, le indagini sarebbero state avviate dalla Guardia di Finanza in seguito all’esposto querela presentato da un 38enne nisseno. L’uomo aveva seguito regolarmente un Corso di qualifica per OSS, ma l’Ente di formazione non era abilitato a rilasciare alcunché. Alla fine è stato licenziato dopo essere stato “beccato”, anche se inconsapevole di una truffa nella truffa.

Come per il 38enne anche per altri OSS con attestato fasullo sono partiti i licenziamenti, così come riferito in altri nostri servizi.

Leggi anche:

OSS con attestati fasulli, parte l’inchiesta in Sicilia.

Attestati OSS Fasulli. Arrivano le prime lettere di licenziamento in Sicilia. Giustizia è fatta.

Diplomi OSS Fasulli. E’ scandalo in Sicilia. Operatori assunti con il click day, ora saranno licenziati.

_________________________

AVVISO!

  • Per chi volesse commentare questo servizio può scrivere a redazione@assocarenews.it
  • Iscrivetevi al gruppo Telegram di AssoCareNews.it per non perdere mai nessuna informazione: LINK
  • Iscrivetevi alla Pagina Facebook di AssoCareNews.itLINK
  • Iscrivetevi al Gruppo Facebook di AssoCareNews.itLINK

Consigliati da AssoCareNews.it:

RELATED ARTICLES

Novità

© 2023-2024 Tutti i diritti sono riservati ad AUSER APS - San Marco in Lamis - Tra sanità, servizi socio sanitari e recupero della memoria - D'intesa con AssoCareINFormazione.it.

© 2023-2024 ACN | Assocarenews.it

Quotidiano Sanitario Nazionale – In attesa di registrazione al Tribunale di Foggia.

Direttore: Angelo “Riky” Del Vecchio – Vice-Direttore: Marco Tapinassi

Incaricati di Redazione: Andrea Ruscitto, Lorisa Katra, Luigi Ciavarella, Antonio Del Vecchio, Francesca Ricci, Arturo AI.

Per contatti: WhatsApp > 3474376756Scrivici

Per contatti: Cell. > 3489869425PEC

Redazione Centrale: AUSER APS - Via Amendola n. 77 - San Marco in Lamis (FG) – Codice Fiscale: 91022150394