histats.com
mercoledì, Agosto 17, 2022
HomeIn evidenzaAltri 50 OSS lasciati a casa: Azienda Sanitaria si sbarazza dei tempo...

Altri 50 OSS lasciati a casa: Azienda Sanitaria si sbarazza dei tempo determinato ma la questione finisce in Regione.

Pubblicità

Altri 50 OSS lasciati a casa: Azienda Sanitaria si sbarazza degli Operatori a tempo determinato. Ma stavolta la questione finisce in Regione.

Altri 50 OSS mandati a casa, cancellati come meri numeri su di un bilancio troppo gravoso.

La spremitura di altri 50 operatori, super impiegati durante la pandemia, volge al termine senza possibilità di trasformazione o deroga.

Succede in Liguria, dove l’Azienda Sanitaria ALISA (la stessa che è riuscita a farsi invalidare il concorso OSS) ha già deciso di tagliare senza remore decine di contratti a tempo determinato.

Arriva però un’interrogazione del Consigliere Regionale Roberto Arboscello a chiedere lumi alla giunta Toti.

“Una situazione” dichiara il consigliere “che mette in difficoltà 50 lavoratrici e lavoratori e le loro famiglie, che vedranno cessare il loro contratto di lavoro al 31 marzo 2022, con la motivazione della fine dello stato di emergenza.

Un inaccettabile esempio di precariato, verso figure professionali che in questo anno di pandemia hanno tenuto in piedi, insieme a infermieri e medici, la nostra sanità pubblica.

Ma soprattutto, quanto sta accadendo, è la conferma di un problema di sistema per la Sanità ligure governata dal Presidente e Assessore Toti, già messo a dura prova dal pasticcio del concorso per OOSS che di fatto rischia di far saltare circa 270 assunzioni a causa della mancanza di un timbro di Alisa sulla carta della prova scritta.

In una sanità provata dall’emergenza Covid, che fa fatica a dare risposte rapide e puntuali ai cittadini, quale pianificazione regionale lascia a casa personale qualificato che già opera all’interno delle nostre strutture sanitarie? Con quale lungimiranza si lasciano scoperti dei servizi tra un mese e mezzo, inerenti anche alla gestione Covid? La Regione Liguria forse pensa che, con la fine dello stato di emergenza sanitaria e al di fuori del perimetro della gestione covid, la nostra sanità non abbia bisogno di operatori socio-sanitari?

Chiedo risposte alla Giunta e un impegno per questi 50 lavoratori savonesi e l’intero sistema sanitario ligure”.

Comitato di Redazione
Servizio Redazionale.
RELATED ARTICLES

2 Commenti

Comments are closed.

Novità

© 2021 Tutti i diritti sono riservati ad AssoCareINFormazione.it.

© 2021 ACN | Assocarenews.it

Associazione di promozione culturale – In attesa di registrazione al Tribunale di Foggia.

Direttore: Angelo “Riky” Del Vecchio – Vice-Direttore: Marco Tapinassi

Incaricati di Redazione: Felice La Riccia, Lorisa Katra, Michela Ciavarella, Michelarcangelo Orlando, Francesca Ricci, Gioacchino Costa.

Per contatti: WhatsApp > 3805851500 – Cellulare 3489869425 Scrivici

Redazione Puglia: Via Renato Guttuso, 4 – Rignano Garganico (FG) – Codice Fiscale: 91022150394

Redazione Toscana: Via Girolamo Fracastoro, 27 Firenze – Codice Fiscale: 91022150394