oss morta giulia lutto
Pubblicità

Addio Giulia, OSS di 41 anni morta nel sonno, la denuncia del compagno: “Da un mese aveva turni massacranti, non ce la faceva più!”. Poi il suo cuore si è fermato per sempre.

Addio a Giulia Esposito, Operatrice Socio Sanitaria morta nel sonno la notte tra il 27 ed il 28 novembre. Era originaria della campania ma lavorava in Lombardia.

La denuncia da parte del compagno alla stampa locale.

“Giulia era amata da tutti e lei amava i pazienti e prendersene cura. Da un mese era nel reparto covid e non ce la faceva più.

Era sempre a lavoro e aveva turni su turni, tornava e dormiva, non aveva forze per niente altro. La sua vita è finita ma non mi fermerò nel cercare giustizia. Voglio sapere come una donna di 41 anni sana come un pesce possa morire nel sonno”.

La redazione tutta si stringe al dolore di amici e parenti.

Ciao Giulia, fai buon viaggio.

Si tratta soltanto dell’ennesima OSS deceduta per Covid o per cause probabilmente annesse (stress correlato, suicidio etc.).

 Leggi anche:

Coronavirus. Ecco tutti gli Operatori Socio Sanitari (OSS) deceduti per Covid-19.