Pubblicità

Emanuela Cavallari, Operatrice Socio Sanitaria, non ce l’ha fatta. E’ deceduta per Covid-19 qualche giorno fa a Imola. Il compagno Gianni è ancora incredulo per quanto accaduto.

Emanuela Cavallari, 45 anni, OSS dell’Ospedale “Santa Maria della Scaletta” di Imola non c’è più, è stata uccisa dal Coronavirus. Probabilmente si è infettata nel rapito in cui lavorava, probabilmente no, fatto sta il suo decesso ha lasciato tutti sgomenti.

Aveva fatto tanti sacrifici per Diventare OSS, poi ha vinto il Concorso per Operatori Socio Sanitari ed ha iniziato a lavorare presso il nosocomio imolese.

Finiti gli estenuanti turni di lavoro, tornava a casa, e iniziava a cucire dei bottoni sulle cuffie chirurgiche, per gli infermieri e per gli oss del reparto. Una delle ultime “carezze” di Emanuela, l’OSS che qualche giorno fa ha perso la sua battaglia contro il Covid.

“Lo faceva perché la mascherina, che portiamo 12 ore al giorno non ci facesse venire le ulcere sulle orecchie”, racconta, a nome di tutti i colleghi più stretti, Stefano De Pandis, sindacalista FIALS e giovane infermiere con cui Emanuela lavorava al sesto piano dell’ospedale.

E’ un piccolo gesto, che però riassume perfettamente l’indole della 45enne ammalatasi probabilmente fra le quelle corsie, dove, nelle scorse settimane, si è sviluppato un focolaio.

“Nella sua vita ha sempre fatto tutto per gli altri – conferma tra le lacrime il compagno Gianni ai colleghi de Il Resto del Carlino – ha iniziato a lavorare giovanissima, non come sanitaria, ma prendendosi cura degli anziani – racconta –, poi con i soldi della liquidazione ha deciso di cambiare vita: si è pagata il corso da operatrice socio-sanitaria e dopo un anno di sacrifici ha vinto il concorso in ospedale”.

La sua passione, la predilezione ad aiutare gli altri sono tratti della personalità di Emanuela che il compagno Gianni e la figlia di 15 anni, Francesca, non possono fare a meno di continuare a elencare. Perché? Perché evidentemente era così, proprio come la descrivono anche i colleghi del sesto piano, con cui lavorava da circa 5 anni.

Leggi anche:

Coronavirus. Ecco tutti gli Operatori Socio Sanitari (OSS) deceduti per Covid-19.