Lun. Lug 22nd, 2024

Nel panorama sanitario, la figura dell’infermiere è fondamentale. Tuttavia, il termine “nurse” in inglese e “infermiere” in italiano, pur essendo sinonimi, rappresentano due professioni percepite in modo molto diverso. Questo articolo esplorerà le differenze tra infermieri italiani e inglesi, analizzando il perché della disparità di considerazione e rispetto verso queste professioni.

Il Profilo dell’Infermiere Italiano

In Italia, gli infermieri sono spesso visti come esecutori di compiti operativi: somministrazione di farmaci, prelievi, medicazioni e inserimento di cateteri. Ma il loro ruolo va ben oltre. Gli infermieri italiani offrono supporto emotivo, spiegano ai pazienti le indicazioni mediche e forniscono conforto. Nonostante ciò, lavorano in condizioni difficili, con turni lunghi e stressanti, e spesso non ricevono il riconoscimento che meritano.

La Percezione degli Infermieri nel Mondo Anglosassone

Al contrario, nel mondo anglosassone, i “nurses” godono di maggiore autonomia, professionalità e rispetto. Sono considerati membri essenziali dell’equipe sanitaria e partecipano attivamente al processo decisionale clinico. La società anglosassone riconosce il loro ruolo cruciale nella continuità delle cure, dal ricovero alla dimissione del paziente.

La Differenza nel Rispetto e nella Considerazione

Nonostante le competenze degli infermieri italiani siano spesso superiori, la loro professione non gode dello stesso rispetto e riconoscimento. Questo può essere attribuito a una percezione sociale ancora in evoluzione e a un sistema sanitario che non valorizza adeguatamente il ruolo dell’infermiere.

Autonomia e Responsabilità in Italia

In Italia, gli infermieri sono spesso limitati dall’obbligo di seguire le prescrizioni mediche, riducendo l’autonomia che potrebbero altrimenti esprimere. Questa mancanza di autonomia, unita a carichi di lavoro pesanti e una scarsa motivazione, crea un ambiente di lavoro che ostacola lo sviluppo professionale e personale degli infermieri.

La Necessità di Cambiamento

Per migliorare la situazione, gli infermieri italiani potrebbero trarre ispirazione dai protocolli inglesi. Sebbene apparentemente rigidi, offrono una struttura chiara e riconosciuta. È essenziale promuovere una cultura di collaborazione e supporto reciproco tra gli infermieri italiani, abbandonando pratiche frammentate e incoerenti.

Conclusione

La disparità tra la percezione degli infermieri in Italia e nel mondo anglosassone solleva domande cruciali sulla valorizzazione della professione infermieristica. Gli infermieri italiani devono affrontare sfide significative per emergere e ottenere il rispetto che meritano. È necessario un cambiamento di mentalità e di pratica per raggiungere un livello di riconoscimento e autonomia comparabile a quello dei loro colleghi anglosassoni.

Seguici anche su:

  • Gruppo Telegram: Concorsi in Sanità – LINK
  • Gruppo Telegram: AssoCareNews.it – LINK
  • Gruppo Telegram: Infermieri – LINK
  • Gruppo Telegram: Operatori Socio Saniari (OSS) – LINK
  • Gruppo Facebook: Concorsi in Sanittà – LINK
  • Pagina Facebook: AssoCareNews.it – LINK
  • Gruppo Facebook: AssoCareNews.it – LINK
  • Gruppo Facebook: Operatori Socio Sanitari – LINK
  • Gruppo Telegram: ECM Sanità – LINK
  • Gruppo Facebook: ECM Sanità – LINK

Per contatti:

Autore

Di Dott.ssa Francesca Ricci

Appassionata di scrittura e di lettura, ha al suo attivo anni di esperienza nel campo del web-writing.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *