Pubblicità

Vigili del Fuoco omaggiano Infermieri, Medici e Operatori sanitari dell’AORN Cardarelli di Napoli. Ma attenzione a non perdere di vista le priorità.

In questi giorni difficili, di fatica, di sofferenza e di tristezza a causa di un virus che sta mettendo in ginocchio tutto il mondo, ci sono anche momenti che riempiono i cuori e rendono concreta la speranza.

Il 31 marzo, il corpo dei Vigili del Fuoco ha reso omaggio ai medici, agli infermieri e a tutti gli operatori sanitari impegnati nella battaglia contro il coronavirus. Schieratisi in divisa all’esterno dell’ospedale, hanno tributato un applauso a sirene spiegate al personale raccolto all’esterno in camice e mascherina. I Vigili del Fuoco hanno consegnato ai sanitari, in segno di vicinanza, un elmetto sul quale era raffigurato un “GRAZIE”.

Nessuno meglio dei pompieri, sempre in prima linea nelle situazioni di emergenza, può capire cosa significhi combattere strenuamente per salvare delle vite: per questo hanno sentito il bisogno di esprimere tutta la loro riconoscenza al personale ospedaliero. Perché, se in questa guerra il nemico è invisibile, chi invece sta lavorando per arginarlo ha un volto, un nome e un cognome.

Ciro Maraniello, infermiere dell’azienda ospedaliera: “Il gesto è stato davvero emozionante. Tanto è già stato fatto per vincere questa battaglia, grazie anche a un’efficiente direzione strategica. Siamo ottimisti: andrà tutto sicuramente bene. Non possiamo però ancora tirare un sospiro di sollievo e soprattutto non dobbiamo distogliere l’attenzione dalla realtà: oggi più che mai servono misure urgenti a tutela di tutti gli operatori sanitari della regione Campania, che nelle corsie d’ospedale rischiano la propria vita e, di riflesso, quella dei propri familiari”.

Ciro Maraniello – Infermiere