histats.com
giovedì, Settembre 23, 2021
Pubblicità
HomeMediciCoronavirus, Magi: Attive solo metà USCA previste per legge ma ai Medici...

Coronavirus, Magi: Attive solo metà USCA previste per legge ma ai Medici è vietata la visita domiciliare.

Coronavirus: in nove mesi sono stati attivati appena la metà dei servizi USCA previsti per Legge. Ordine dei Medici di Roma accusano e sostengono “Il medico deve poter visitare a domicilio”.

USCA: Regioni inadempienti, in 9 mesi attivati appena la metà dei servizi previsti dal Decreto Legge 14 del 9 marzo.

A portare la questione sotto i riflettori è Antonio Magi, presidente dell’Ordine dei Medici di Roma, intervenuto a Radio Cusano Campus.

“In Italia attivate 610 Unità speciali di continuità assistenziale Usca sulle 1200 previste, in alcune regioni sono state anche cancellate, il risultato è che nelle regioni dove non ci sono le Usca c’è il tasso di ospedalizzazione più alto”.

Riferimento poi alla recente sentenza del Tar del Lazio (che stabilisce il divieto per i medici di visita domiciliare ai pazienti Covid positivi).

“Il medico in quanto tale ha l’obbligo deontologico di seguire il proprio paziente” conclude il presidente Omceo Roma.

Comitato di Redazione
Servizio Redazionale.
RELATED ARTICLES

1 commento

Comments are closed.

Novità

© 2021 Tutti i diritti sono riservati ad AssoCareINFormazione.it.

© 2021 ACN | Assocarenews.it

Associazione di promozione culturale – In attesa di registrazione al Tribunale di Foggia.

Direttore: Angelo “Riky” Del Vecchio – Vice-Direttore: Marco Tapinassi

Incaricati di Redazione: Felice La Riccia, Lorisa Katra, Michela Ciavarella, Michelarcangelo Orlando, Francesca Ricci, Gioacchino Costa.

Per contatti: WhatsApp > 3805851500 – Cellulare 3489869425 Scrivici PEC

Redazione Puglia: Via Renato Guttuso, 4 – Rignano Garganico (FG) – Codice Fiscale: 91022150394

Redazione Toscana: Via Girolamo Fracastoro, 27 Firenze – Codice Fiscale: 91022150394