histats.com

Enpapi Cambia Verso: Infermieri Liberi Professionisti ad elezioni per il dopo Mario Schiavon.

Enpapi Cambia Verso: Infermieri Liberi Professionisti ad elezioni per il dopo Mario Schiavon.

Indette elezioni per il rinnovo delle cariche dell’ente previdenziale ENPAPI, che raccoglie i versamenti pensionistici degli Infermieri Liberi Professionisti. Il dopo Mario Schiavon inizia con “Enpapi cambia verso”.

Il 27, 28, 29 gennaio, come non succedeva ormai dal 2011, alle elezioni primarie di ENPAPI non ci sarà una sola lista ma due: il progetto “Enpapi Cambia Verso” presenta finalmente un’alternativa coraggiosa, credibile e coesa, pronta a lasciarsi alle spalle il triste e lungo capitolo a noi tutti ben noto. Vent’anni di gestione opaca, inefficiente e sconsiderata, come da indagini della magistratura, con più di 20 milioni di euro attinti dal bilancio di riserva per ripianare le perdite derivanti da investimenti rischiosi: non sono un’opinione nostra, ma il desolante panorama emerso dalle inchieste e dai bilanci.

Ci presentiamo come unica reale alternativa a chi, inspiegabilmente, è sempre stato compatto solo nel difendere i propri interessi con lettere e minacce di querela.

Non ci può essere alcun paragone fra noi e i colleghi confluiti nell’altra lista, che adesso non solo propongono di modificare regolamenti e statuto, ma addirittura inneggiano alla partecipazione democratica.

Questi colleghi quando furono votati dal 3% degli iscritti, all’interno di un iter elettorale iniziato da un presidente indagato per corruzione, non sembravano affatto interessati alla partecipazione democratica.

Per dovere di cronaca e, giusto per marcare le differenze, dobbiamo inoltre aggiungere che non siamo noi di “Enpapi Cambia Verso”, ma un decreto ministeriale, ad aver definito questi colleghi “manovrabili” e “graditi agli imputati”.

I nostri candidati più esperti sono tutto meno che manovrabili o graditi a Mario Schiavon, trattandosi degli unici ad essersi opposti a lui, ben prima della notizia delle indagini. Dopo gli arresti, all’assemblea iniziale si sono aggiunti spontaneamente infermieri da tutta Italia, indignati dallo scandalo e determinati a costruire un’alternativa.

Così è nato un gruppo coeso, che vede lavorare in sinergia colleghi che annoverano incarichi istituzionali ed esperienze di amministrazione insieme a giovani professionisti con idee innovative.

Al primo punto delle nostre linee programmatiche abbiamo messo la riduzione dei compensi degli Organi e delle spese di Gestione, perchè lavorare in Enpapi dev’essere un onore, non una fonte di interesse personale o di facile guadagno. Nessuno nella storia di Enpapi l’ha mai proposto perché nessuno mai l’ha voluto fare e anzi, ci siamo sentiti dire che era impossibile; invece non solo si può, ma è doveroso.

Nel secondo punto ci ripromettiamo di abbattere il muro fra CDA e iscritti: crediamo che l’effettiva condivisione delle decisioni sia fondamentale per avere un ente più democratico e partecipato, affinchè nessuno possa mai più dire che “non sapeva niente”.

Al terzo punto proponiamo l’attualizzazione del patrimonio, una revisione accurata, doverosa e urgente, dopo anni di accertata malagestione e investimenti rischiosi. Il quarto e il quinto vedono finalmente al centro dell’attenzione l’infermiere contribuente, senza il quale tutto sommato Enpapi neanche esisterebbe.

Il mercato del lavoro non dà grandi garanzie, espone il libero professionista a fluttuazioni di fatturato e del reddito: Enpapi deve sapersi inserire in questo panorama già critico mettendo ognuno dei suoi iscritti nella condizione di costruirsi una pensione, anche laddove si attraversassero momenti di difficoltà.

Avatar

Redazione AssoCareNews.it

Redazione di AssoCareNews.it

© 2019-2020 Tutti i diritti sono riservati ad AssoCareINFormazione.it.

© 2019 ACN | Assocarenews.it

Associazione di promozione culturale – In attesa di registrazione al Tribunale di Bologna.

Direttore: Angelo “Riky” Del Vecchio – Vice-Direttore: Marco Tapinassi

Incaricati di Redazione: Giulia De Francesco, Lorisa Katra, Michela Ciavarella, Giovanni Maria Scupola, Ivan Santoro, Gioacchino Costa.

Per contatti: WhatsApp > 3805851500 – Cellulare 3489869425 Scrivici PEC

Redazione Emilia Romagna: Viale Spadolini, 13 – Ravenna – Codice Fiscale: 91022150394

Redazione Toscana: Via Girolamo Fracastoro, 27 Firenze – Codice Fiscale: 91022150394

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: