Pubblicità

Elezioni ENPAPI annualità 2020-204: forse è tutto da rifare. Si è in attesa delle decisioni del Tribunale di Roma. Presentati due ricorsi per presunte irregolarità dagli esclusi e dai perdenti.

Le ultime elezioni per il rinnovo delle cariche presso l’Ente previdenziale degli Infermieri Liberi Professionisti ENPAPI (annualità 2020-2024) potrebbero essere inficiate. Se il Tribunale darà ragione ai ricorrenti, ovvero alla lista avversaria dell’attuale presidente Luigi Baldini (intervistato alcuni giorni fa da AssoCareNews.it), i colleghi con P. IVA potrebbero essere richiamati al voto.

Usare il condizionale è d’obbligo, anche perché si attende l’esito di due distinti ricorsi, poi unificati dal giudice, durante il dibattimento del prossimo 4 agosto.

Infermieri Liberi Professionisti. Il 2021 sarà l’anno della riscossa. Parla il presidente Enpapi Luigi Baldini.

A quanto si è appreso da fonti della lista avversaria ci sarebbero state delle irregolarità nelle procedure elettorali. Si tratterebbe nei fatti di veri e propri vizi di forma nella presentazione delle singole candidature. I requisiti dichiarati da alcuni eletti non risulterebbero veritieri e ci sarebbe stata una interpretazione “pro domo sua” del regolamento elettorale.

I ricorsi sarebbero, come dicevamo, ben due:

  1. il primo presentato dalla lista perdente;
  2. il secondo dagli esclusi dalle primarie.

Ieri mattina il Tribunale di Roma ha deciso di riunificare i due ricorsi e di fissare l’udienza unica per il 4 agosto 2020.

Probabilmente dopo l’estate ne sapremo di più, intanto il presidente Baldini continua nella sua operare di rilancio dell’Ente.

Leggi anche:

Infermieri libero professionisti stanchi di Enpapi mai candidati alle elezioni per il rinnovo delle cariche dell’Ente.