histats.com
domenica, Aprile 14, 2024
HomePrimo PianoCronacaUna Infermiera di 57 anni tra i maggiori aguzzini e autrice di...

Una Infermiera di 57 anni tra i maggiori aguzzini e autrice di violenza nei confronti dei Pazienti Oligofrenici della RSA foggiana.

Pubblicità

E’ una Infermiera di 57 anni, A.M.A., la peggiore carnefice dei Pazienti Oligofrenici dell’istituto “Don Uva” di Foggia, vittime di violenze sessuali e maltrattamenti.

Continua l’indignazione nei confronti di Infermieri, OSS e Tecnici accusati di violenza sessuale e maltrattamenti nei confronti dei Pazienti Oligofrenici e Psichiatrici ospitati presso l’istituto di cura “Don Uva” di Foggia. Intanto sono iniziati gli interrogatori in carcere e a casa degli indagati colpiti da custodia cautelare domiciliare.

Dal quadro accusatorio dei giudici della Procura della Repubblica di Foggia sono emersi scenari raccapriccianti. Ad esempio la figura di una Infermiera di 57 anni, A.M.A., iscritta all’Ordine delle Professioni Infermieristiche di Foggia (il cui presidente Michele Del Gaudio ha già ampiamente condannato l’accaduto), è indicata come una vera e propria “carnefice”.

La collega ha quasi 30 anni di esperienza nell’ambito assistenziale, eppure “la donna – come si legge nell’ordinanza cautelare – si è posta come una figura di riferimento anche nei confronti degli altri indagati, arrivando a disporre espressamente che i degenti più problematici venissero chiusi a chiave nelle loro stanze di notte”.

“La stessa quasi in preda ad un delirio di onnipotenza, nel ribadire che la necessità di rinchiudere le pazienti a chiave privandole della libertà personale corrisponde ad una sua decisione mostra di considerare il reparto come una cosa propria. Al femminile decido io, avrebbe detto ad alcuni infermieri del reparto” – scrive il Giudice delle Indagini Preliminari (GIP).

Più avanti lo stesso giudice per motivare gli arresti fa capire che sia “un pericolo non solo per i pazienti a lei affidati, ma, più in generale, per qualunque persona vulnerabile sulla quale lei stessa potrebbe decidere di sfogare la sua frustrazione”.

Ora ovviamente ci sarà il proseguo delle indagini e si dovrà stabilire esattamente cosa è accaduto in quella struttura e perché la magistratura il 24 gennaio 2023 ha deciso di intervenire con cotanto clamore per bloccare ciò che stava accadendo in quella che già molti chiamano “la clinica degli orrori”.

Leggi anche:

Arrestati Infermieri e OSS a Foggia per maltrattamenti fisici e violenze psicologiche a pazienti oligofrenici. Tutti i nomi.

OPI Foggia prende le distanze dagli infermieri coinvolti nei maltrattamenti.

_________________________

AVVISO!

  • Per chi volesse commentare questo servizio può scrivere a redazione@assocarenews.it
  • Iscrivetevi al gruppo Telegram di AssoCareNews.it per non perdere mai nessuna informazione: LINK
  • Iscrivetevi alla Pagina Facebook di AssoCareNews.itLINK
  • Iscrivetevi al Gruppo Facebook di AsssoCareNews.itLINK

Consigliati da AssoCareNews.it:

RELATED ARTICLES

2 Commenti

Comments are closed.

Novità

© 2023-2024 Tutti i diritti sono riservati ad AUSER APS - San Marco in Lamis - Tra sanità, servizi socio sanitari e recupero della memoria - D'intesa con AssoCareINFormazione.it.

© 2023-2024 ACN | Assocarenews.it

Quotidiano Sanitario Nazionale – In attesa di registrazione al Tribunale di Foggia.

Direttore: Angelo “Riky” Del Vecchio – Vice-Direttore: Marco Tapinassi

Incaricati di Redazione: Andrea Ruscitto, Lorisa Katra, Luigi Ciavarella, Antonio Del Vecchio, Francesca Ricci, Arturo AI.

Per contatti: WhatsApp > 3474376756Scrivici

Per contatti: Cell. > 3489869425PEC

Redazione Centrale: AUSER APS - Via Amendola n. 77 - San Marco in Lamis (FG) – Codice Fiscale: 91022150394