histats.com
venerdì, Dicembre 9, 2022
HomePrimo PianoLettere ad AssoCareNews.itSuper-OSS. MIGEP: "ecco tutte le cose che gli Infermieri non dicono che...

Super-OSS. MIGEP: “ecco tutte le cose che gli Infermieri non dicono che non vi sono le tutele di legge per gli Operatori”.

Pubblicità

Ancora polemiche sul Super-OSS. Federazione MIGEP: “ecco tutte le cose che gli Infermieri non dicono che non vi sono le tutele di legge per gli Operatori”.

Egr. Direttore,

la Federazione Migep vuole commentare l’articolo sul Super OSS, pubblicato su Assocarnews.it qualche giorno fa. È vero che la Commissione Sanità Veneto ha deliberato il super oss, ma è anche vero che i consiglieri del PD e del M5S non hanno votato il provvedimento, ritenendo “che la delibera manca di elementi giuridici per valutazione completa”. Ci fa sorridere, leggere che l’associazione “Io sono oss” è stata invitata dalla Commissione, e si legge tra le righe “grazie a noi ci sarà il Super OSS”.

Peccato che costoro pur avendo fatto richiesta il 10 maggio di essere ascoltati, non si sono presentati in video conferenza, ma hanno inviato un documento “condividendo il percorso proposto, lo ritengono vitale per gli oss, osanna molto gli infermieri, propone l’assunzione di tali oss con l’inquadramento come oss con un aggiuntivo economico, affermando che altre regioni dovrebbero fare la stessa cosa, attraverso un processo che dovrebbe mirare e armonizzare la formazione a livello di comunità, appoggiando in toto la Regione Veneto sul super oss a nome di tutta la categoria oss, mettendo in evidenza anche l’incontro avuto con la Fnopi sulla nuova formazione”.

Qui sembra da parte di quest’associazione solo propaganda per dire: “noi c’eravamo”, sfigurando l’immagine di una categoria che in questo momento sta cercando di capire cosa accadrà con il super oss e le varie responsabilità in cui andrà incontro. Quest’associazione nel nome del suo presidente scrive anche al Ministro della Salute che vuole una formazione parauniversitaria, chiede il riconoscimento dei titoli futuri e l’equipollenza di quelli già in essere per tutti gli Operatori Socio Sanitari, un’università per la formazione della figura dell’Oss, e poi va contraddirsi avvallando la proposta della Regione Veneto che mette l’oss in abuso di professione con rischi di denunce penali senza riconoscimento giuridico e contrattuale, firmando un documento con la Fnopi dove viene richiamato “attestato di qualifica per l’oss”. Va bene che siamo nella democrazia, dove ognuno è libero di esprimere il proprio pensiero, qui cadiamo proprio nel ridicolo e nell’incapacità di analisi, crediamo che abbia le idee un po’ offuscate.

Nella realtà l’associazione non è rappresentativa ma è fine a se stessa. Crediamo che l’associazione “io sono oss” non abbia compreso la gravità della situazione, non conoscono i contenuti dei verbali dell’udienza, le memorie depositate e il contenuto dello stesso DRG. Siamo stupiti che un’associazione che dice di rappresentare una categoria non abbia la capacità di analisi e di riflessione, e non si è costituito in giudizio. Se i sindacati, la federazione migep, i consiglieri di alcune forze politiche, gli Opi di Bolzano e di Trento hanno espresso un NO al super oss nell’audizione con la V Commissione Consiliare Regione Veneto il 5 maggio, ci sarà un motivo!

Se è vero che ha iscritti, ci domandiamo come fanno a seguire questa associazione che non ha idee chiare, non è in grado di dare analisi coerenti, mette a rischio i propri scritti se ne ha? Ma umilia e denigra tutti gli OSS.

Il DRG per diventate legge deve uscire ancora sul Bur, e rimane in attesa della sentenza definitiva. Il Tar della Regione Veneto il 18 maggio accoglie l’istanza di rinvio proposto dalla Regione Veneto e avvallato dalla Fnopi, pur valutando la tesi del Migep (che la nuova delibera sarebbe identica alla delibera impugnata e non si determinerebbe la cessazione della materia del contendere), e la tesi dell’Opi di Bolzano e di Trento (manifestando contrarietà al contenuto della proposta di deliberazione), dispone il rinvio dell’udienza finale il 1 dicembre 2022 per permettere che sia deliberato il nuovo drg dalla Regione Veneto.

La Fnopi il 1 dicembre ufficialmente ritirerà il ricorso presentato contro il super oss, precisando che l’iter di approvazione della nuova Drg determinerebbe comunque l’improcedibilità del ricorso per sopravvenuta carenza d’interesse.

Ora bisogna vedere se la categoria Oss accetta di lavorare a basso costo con rischi di denunce penali davanti alla legge “chi compie l’azione e perseguibile” .

Tanto era dovuto da parte nostra nel precisare cosa sta avvenendo, è una situazione drammatica e non può essere presa a cuor leggero.

Angelo Minghetti – Federazione Migep

RELATED ARTICLES

Novità

© 2021 Tutti i diritti sono riservati ad AssoCareINFormazione.it.

© 2021 ACN | Assocarenews.it

Associazione di promozione culturale – In attesa di registrazione al Tribunale di Foggia.

Direttore: Angelo “Riky” Del Vecchio – Vice-Direttore: Marco Tapinassi

Incaricati di Redazione: Felice La Riccia, Lorisa Katra, Michela Ciavarella, Michelarcangelo Orlando, Francesca Ricci, Gioacchino Costa.

Per contatti: WhatsApp > 3805851500 – Cellulare 3489869425 Scrivici

Redazione Puglia: Via Renato Guttuso, 4 – Rignano Garganico (FG) – Codice Fiscale: 91022150394

Redazione Toscana: Via Girolamo Fracastoro, 27 Firenze – Codice Fiscale: 91022150394