histats.com
venerdì, Luglio 1, 2022
HomeIn evidenzaSciopero Infermieri 28 gennaio: è ora di dire basta ad un Paese...

Sciopero Infermieri 28 gennaio: è ora di dire basta ad un Paese che ci usa senza valorizzarci.

Pubblicità

Sciopero Infermieri 28 gennaio: è ora di dire basta ad un Paese che ci usa senza valorizzarci. La Sanità è un tritacarne e gli infermieri sono stanchi di essere masticati e poi sputati.

Sciopero Infermieri 28 gennaio: è ora di dire basta.

Nelle piazze italiane è pronta una gran mobilizzazione, con migliaia di professionisti pronti ad incrociare le braccia.

Dopo due anni di emergenza a seguito di tanti altri anni indecorosi, è il momento di dire basta a questo tritacarne che è la sanità italiana.

Un sistema che ci mastica e poi ci sputa, un sistema che ci ha regalato qualche briciola di indennità e buttato qualche medaglia al valore come si butta il mais ai polli.

Ma polli non siamo ed è il momento di dire basta.

La proposta del nuovo contratto è l’ennesima dimostrazione del fatto che in Italia siamo utili solo per produrre, a volte ammalarsi e in caso morire di contagio.

Non è questo il giusto riconoscimento a chi non molla e ogni giorno sostiene con il proprio sacrificio la salute degli italiani.

Per questo è importante essere in piazza domani. Per questo è importante parlarne sui social networks, parlarne con i colleghi, con gli altri professionisti sanitari, con i cittadini.

Per partecipare occorre prendere contatto con le segreterie locali dei sindacati aderenti.

E’ il momento di agire e di farsi sentire.

Resta aggiornato sullo sciopero o racconta la tua esperienza.

Entra nel gruppo Telegram Infermieri Arrabbiati!

Dott.ssa Francesca Ricci
Francesca Ricci è una web-writer esperta in ambito sanitario. Da anni si occupa di questioni sociali, politica ed economia.
RELATED ARTICLES

Novità

© 2021 Tutti i diritti sono riservati ad AssoCareINFormazione.it.

© 2021 ACN | Assocarenews.it

Associazione di promozione culturale – In attesa di registrazione al Tribunale di Foggia.

Direttore: Angelo “Riky” Del Vecchio – Vice-Direttore: Marco Tapinassi

Incaricati di Redazione: Felice La Riccia, Lorisa Katra, Michela Ciavarella, Michelarcangelo Orlando, Francesca Ricci, Gioacchino Costa.

Per contatti: WhatsApp > 3805851500 – Cellulare 3489869425 Scrivici

Redazione Puglia: Via Renato Guttuso, 4 – Rignano Garganico (FG) – Codice Fiscale: 91022150394

Redazione Toscana: Via Girolamo Fracastoro, 27 Firenze – Codice Fiscale: 91022150394