Riorganizzazione sale operatorie Sant’Orsola Bologna: FIALS ricorre ai NAS

Riorganizzazione sale operatorie Sant'Orsola Bologna: FIALS ricorre ai NAS
Riorganizzazione sale operatorie Sant'Orsola Bologna: FIALS ricorre ai NAS

L’appello della segreteria provinciale del sindacato

La FIALS è piuttosto esacerbata nei confronti dei vertici del Policlinico Sant’Orsola – Malpighi di Bologna. Al centro della disputa, la riorganizzazione delle sale operatorie del padiglione 5 (Piastra A e Piastra B). A riferirlo il segretario provinciale dell’O.S. Alfredo Sepe.

Il Sindacato lamenta un numero abnorme di pronte disponibilità, eccessivi carichi di lavoro, carenza di organico, mancata formazione per affrontare alcune urgenze chirurgiche , i trapianti  di organo,  e difficoltà a fruire di istituti contrattali come ferie e permessi.

La Direzione, inoltre, non chiarisce le motivazioni che vedono un utilizzo discriminatorio di alcune  risorse infermieristiche. Infatti, alcuni operatori non entrano in turno, non effettuano pronte disponibilità, non partecipano ai processi clinico/assistenziali.

Di conseguenza si creano differenze e favoritismi che deteriorando il clima organizzativo e gestionale. E non è tutto, FIALS chiede un progetto economico per valorizzare gli operatori che subiranno questa annosa riorganizzazione, chiede anche di aumentare il valore economico dell’indennità notturna e di pronta disponibilità.

Se non ci saranno risposte presenteremo un esposto ai carabinieri del Nucleo Anti-Sofisticazione NAS.

Potrebbe interessarti...