histats.com
giovedì, Ottobre 21, 2021
Pubblicità
HomeIn evidenzaRiforma pensioni, ufficiale: requisiti età e anni di contributi. Tutte le combinazioni...

Riforma pensioni, ufficiale: requisiti età e anni di contributi. Tutte le combinazioni proposte possibili.

Riforma pensioni è ufficiale: quali requisiti di età e quanti anni di contributi? Tutte le combinazioni proposte possibili.

Lo avevamo annunciato qualche settimana fa ma adesso la riforma pensioni è ufficiale. Ecco tutte le combinazioni possibili fra requisiti di età e anni di contributi attualmente sul tavolo.

Quota 100… rinnovata?

Al 31 dicembre prossimo terminerà la valenza della quota 100 (62 anni età + 38 anni contributi) e questo lascia ampi spazi da colmare dalla nuova riforma. Se l’intesa non sarà raggiunta in tempi abbastanza brevi da essere inserita nella legge finanziaria 2022 che sarà votata entro fine anno, è plausibile un’estensione della Quota 100 anche per il 2022.

Una soluzione temporanea, insomma, per prendere il tempo necessario per formulare e approvare una riforma che convinca tutti.

Ma questa è solo un’ipotesi, infatti le proposte preferite dalle parti sono ben altre, come adesso vedremo.

67 anni o 43 anni di contributi.

Dal 1 gennaio 2022 tornerà quindi per tutti la legge Fornero, che individua l’età pensionabile nei requisiti sopracitati. Una misura insostenibile sia politicamente sia dal punto di vista sindacale, che vede contrari quasi tutti. Per questo è arrivata l’ufficialità della riforma delle pensioni: ritornare alla Fornero senza alternative rappresenterebbe un’evenienza troppo pesante per tutti.

Quota 41 (anni di contributi).

Una delle proposte che tanto ha tenuto banco negli ultimi mesi è stata la Quota 41, ovvero il raggiungimento dei requisiti della pensione con 41 anni di contributi versati indipendentemente dall’età.

I conti di Stato hanno però bloccato questa soluzione, perchè poco sostenibile economicamente. Resta in auge per alcune categorie ristrette ancora in definizione (si ipotizza come soluzione per gli artigiani ma ancora non ci sono certezze).

Quota 92.

La quota 92 è composta da 62 anni d’età e 30 di contributi, ritenuti però troppo pochi. Di fatto si tratterebbe di una quota 100 addolcita ed è impensabile come soluzione a lungo periodo. Resta in stand by come possibile soluzione traghetto per il 2022.

Pensione correlata alla speranza di vita.

Uno degli scenari che stanno emergendo è quello di coordinare i requisiti pensionistici alla speranza di vita. Se istituita per legge sarebbe una misura fluida, soggetta a cambiamenti annuali potenzialmente sensibili.

Riguardo questa ipotesi vi è l’ostacolo politico: nessuna forza politica sembrerebbe prendersi la briga di quantificare la congrua quantità di anni che intercorrono fra pensionamento e fine vite.

L’opzione è comunque in risalto e appoggiata dall’OCSE.

63 anni di età.

L’opzione sostenuta dai sindacati e da alcune forze politiche. Questa opzione prevede la possibilità di pensionamento a 63 anni di età a prescindere dai contributi, comportando però anche un assegno più basso in relazione agli anni mancanti.

E’ la soluzione più probabile e fu proposta dall’INPS già alcuni anni fa, oggi rispolverata per l’occasione.

Nelle prossime settimane avremo più certezze e saranno delineate maggiormente le possibili soluzioni, magari con nuove proposte oltre a queste già descritte.

Comitato di Redazione
Servizio Redazionale.
RELATED ARTICLES

2 Commenti

Comments are closed.

Novità

© 2021 Tutti i diritti sono riservati ad AssoCareINFormazione.it.

© 2021 ACN | Assocarenews.it

Associazione di promozione culturale – In attesa di registrazione al Tribunale di Foggia.

Direttore: Angelo “Riky” Del Vecchio – Vice-Direttore: Marco Tapinassi

Incaricati di Redazione: Felice La Riccia, Lorisa Katra, Michela Ciavarella, Michelarcangelo Orlando, Francesca Ricci, Gioacchino Costa.

Per contatti: WhatsApp > 3805851500 – Cellulare 3489869425 Scrivici PEC

Redazione Puglia: Via Renato Guttuso, 4 – Rignano Garganico (FG) – Codice Fiscale: 91022150394

Redazione Toscana: Via Girolamo Fracastoro, 27 Firenze – Codice Fiscale: 91022150394