Pronto Soccorso Milano: assunti più Infermieri e OSS

Pronto Soccorso Milano: ok alle guardie giurate 24 h su 24 h.
Pronto Soccorso Milano: ok alle guardie giurate 24 h su 24 h.

L’iniziativa della FIALS dell’Area Metropolitana di Milano

Si continua a parlare di aggressioni in ospedale e sul territorio in Lombardia. Questa volta, però, la notizia è positiva. Il Pronto Soccorso dell’Ospedale Sacco – Asst FBF – Sacco di Milano Sant’Orsola, infatti, sarà da oggi più sicuro e operativo grazie alla decisione della direzione di munire la struttura di una guardia giurata 24 ore su 24. Lo comunica Vincenzo De Martino , Segretario Generale della FIALS di Milano area metropolitana, che parla di una vittoria senza precedenti. L’accordo con l’Azienda, voluto insistentemente dal sindacato delle autonomie locali e della sanità FIALS , prevederà anche la presenza in servizio di ulteriori 3 Infermieri e 1 Operatore Socio Sanitario già dalla mensilità di dicembre , inoltre ci sarà una rivalutazione con la Direzione di tutta la pianta organica con il piano assunzioni del nuovo anno.

“E’ una vittoria tutta della FIALS, frutto della caparbietà e dell’insistenza del nostro sindacato, quella ottenuta qualche ieri al termine di un apposito incontro con la dirigenza ospedaliera ed i rappresentanti aziendali della FIALS ASST FBF SACCO – spiega De Martino noi chiedevamo molto di più, almeno il doppio  di Infermieri ed OSS, ma dobbiamo accontentarci di quanto ottenuto oggi per poter continuare a chiedere domani visto che la direzione si è impegnata ad una rivalutazione della pianta organica del pronto soccorso con il piano assunzioni del nuovo anno. 

L’Ok della Direzione servirà a garantire più sicurezza per i Cittadini ed evitare aggressioni ai danni degli operatori sanitari, che tutti i giorni sono sottoposti a situazioni di stress e di violenza senza procedenti, così come ci narrano le cronache milanesi e di mezza Italia.

Ripetiamo, per garantire migliore assistenza e sicurezza servono almeno altri 2 Infermieri e 1 OSS in più per ogni turno di lavoro. Su questo ci batteremo con tutte le nostre forze. Lo stesso tipo di battaglia sarà affrontata e nelle restanti strutture milanesi legate all’emergenza-urgenza”. 

Questa vittoria rappresenta un successo di squadra che ripaga il duro lavoro fatto dalla FIALS nel segnalare costantemente le varie carenze di organico nel pronto soccorso dell’Ospedale Sacco.

La nostra azione sindacale continua perché lo ribadiamo questo per noi e solo un punto di partenza puntiamo ad ulteriori assunzioni. 

Inoltre, già da subito vorremo approfondire le questioni legale alla carenza di personale sanitario nei reparti ospedalieri.

In conclusione ringraziamo anche la Dirigenza dell’Asst FBF SACCO che ha recepito le nostre richieste ma soprattutto per la disponibilità mostrata nell’ incontro di ieri.

Il fenomeno delle aggressioni in Pronto Soccorso non è solo tipico della Lombardia, ma si sta verificando da tempo nel resto d’Italia. Sulla questione sono intervenuti un po’ tutti, dalla politica alla Fnopi, dai sindacati alle testate giornalistiche. Nulla di concreto è stato realizzato finora se non, come nel caso di Milano, piccole iniziative a livello territoriale. E’ l’Italia che continua a non rispondere alle richieste di aiuto dei Professionisti della Salute e dei Pazienti, che vogliono lavorare ed essere curati in sicurezza.

Potrebbe interessarti...