Pediatria di Camposampiero (PD) rischia chiusura: protesta la Cisl.

Medici Pediatrici e TSRM in Svizzera: uno sogno facilmente realizzabile.

I medici scappano dal reparto, il sindacato lancia l’allarme con Turato e Frasson.

È passato un anno (a marzo 2018 le dimissioni di tre medici e agosto 2018 la decisione del primario di lasciare il lavoro insieme ad altri tre pediatri) e ritornano ad aleggiare gli spettri della chiusura della Pediatria dell’Ospedale di Camposampiero.

Non sembra essersi risolta la grave carenza di Medici specialisti Pediatri.

“Siamo venuti a conoscenza di una possibile chiusura della Pediatria e della Patologia Neonatale di Camposampiero.- afferma Fabio TURATO della CISL FP – proprio per la mancanza di medici.”

“Abbiamo subito preso carta e penna e  chiesto all’Amministrazioneun incontro urgente per avere rassicurazioni in merito alle soluzioni per fronteggiare la crisi, ma ad oggi bocche cucite e nessuna informativa”.

E’ un duro colpo per il “Pietro Cosma”. E’ forte la preoccupazione perché la questione non riguarda soltanto la Pediatria ma coinvolge tutto l’ospedale, il materno infantile e il Pronto Soccorso. L’area materno infantile di Camposampiero è un’eccellenza regionale con 1300 parti anno e rappresenta da sempre un punto di riferimento anche fuori dal territorio dell’ULSS.

“Siamo consapevoli che queste situazioni hanno origine da scelte programmatorie che non possono essere imputabili all’ULSS – continua Turato – ma proprio per la gravità delle circostanze e delle conseguenze è necessario ascoltare e coinvolgere i lavoratori e le Organizzazioni Sindacali.
Abbiamo bisogno di garanzie e rassicurazioni in merito ai tempi di soluzione della crisi e dei livelli di assistenza”

Se fosse confermata la chiusura della Pediatria e della Patologia Neonatale costringerebbe l’ULSS EUGANEA a rivedere l’offerta assistenziale complessiva e l’assetto organizzativo del “Pronto Soccorso, Trasporti, Punto Nascite, oltre a coinvolgere anche le strutture dei presidi Ospedalieri limitrofi che dovranno supplire alla momentanea difficoltà.

“Confidiamo che l’amministrazione abbia già soluzioni e risposte – insiste Flavio FRASSON
segretario Aziendale della CISL Fp – ma ci aspettiamo che le condivida con le Organizzazioni Sindacali. L’ospedale di Camposampiero rappresenta una grande realtà molto radicata nella storia e
nel tessuto sociale e produttivo del territorio e per questo merita un confronto aperto proprio per trovre le migliori soluzioni”.

Potrebbe interessarti...