alfredo sepe fials aumenti stipendi infermieri
Pubblicità

Nessun accordo tra Aziende sanitarie bolognesi e Fials. Negati aumenti di stipendio a Infermieri, Oss e Professioni Sanitarie.

Mancano gli aumenti.

Finisce male in Prefettura l’incontro con i vertici aziendali del Sant’Orsola-Malpighi; non raggiunto l’accordo per l’aumento degli stipendi di Infermieri, Oss, Professioni sanitarie e tecnici.

Niente aumenti.

Lo chiarisce mediamente una nota diffusa agli organi di informazione il segretario provinciale della Fials Alfredo Sepe.

“Al centro del conflitto un accordo sindacale che investe 800 mila euro in incarichi a beneficio di sole 70 persone circa, ed esclude dal passaggio di fascia 4000 operatori; infatti hanno investito solo 900 € in Passaggi di Fascia, l’accordo ha ricevuto la sottoscrizione solo di CGIL CISL UIL, che hanno deciso anche di ridurre le quote funzione da 25,82 € a 25 € con una perdita netta in busta paga per gli operatori di circa 40 €” spiega Sepe.

Il Segretario Provinciale Sepe si dice pronto a proclamare uno sciopero generale, che in piena Emergenza Covid potrebbe paralizzare tutta la sanità bolognese.

“Siamo stanchi di essere trattati come pedine, di​ non essere valorizzati economicamente e professionalmente, ora è il momento di dichiarare guerra all’Azienda”.