Pubblicità

Via libera salvo intese del Cdm alla Legge di bilancio per il 2020 e al Decreto fiscale collegato alla manovra. Terminata stamani dopo quasi 6 ore la riunione del Governo.

Il tetto al contante cala a 2.000 euro nel 2020 e 2021, poi scenderà a 1.000 euro negli anni successivi.

“Abbiamo esaminato le norme, ci siamo riservati di continuare l’esame nei prossimi giorni: abbiamo concordato il principio dell’inasprimento delle pene per i grandi evasori”: così il premier Giuseppe Conte al termine del Cdm sulla manovra, sottolineando che “c’è consenso” sul fatto che le norme saranno oggetto di un “emendamento al decreto fiscale” dopo un ulteriore approfondimento. L’emendamento, ha spiegato il ministro Roberto Gualtieri, “si appoggerà su un primo tassello, una prima norma base” che alza a “8 anni” il carcere per la “dichiarazione fraudolenta”.

Nel 2020 sono stanziati “3 miliardi per la riduzione del cuneo fiscale sul lavoro”. Lo conferma il ministro dell’Economia Roberto Gualtieri al termine del Cdm.

Fonte: ANSA.