Infermieri stressati, demotivati e continuamente dequalificati. Costretti a fare gli OSS a Cagliari.

Accade all’ospedale Brotzu dove scende in campo il dirigente territoriale di Nursing Up Diego Murracino.

“Nonostanze il cambio di scenario nella gestione politica della sanitàregionale per il Brotzu non c’èsperanza. La scrivente organizzazione sindacale degli infermieri Nursing Up denuncia l’assenza di operatori socio sanitari OSS nei turni notturni delle degenze e la grave carenza anche di giorno”. Sono le parole di Diego Murracino, dirigente territoriale del sindacato degli Infermieri Nursing Up di Cagliari.

La situazione, già insostenibile, si sarebbe aggravata ulteriormente per via delle ferie estive poiché il personale assente non viene sostituito.

I primi a risentire dell’assenza degli operatori di supporto sono i pazienti, soprattutto quelli allettati con mobilitàridotta che non vedono soddisfatte in tempi decorosi alcune necessitàbasilari come l’igiene personale.

Infermieri continuamente stressati, demotivati e dequalificati. Costretti a fare gli OSS.

Infermieri continuamente stressati, demotivati e dequalificati. Costretti a fare gli OSS.

Gli infermieri sono di base insufficienti per garantire in tempi adeguati le loro funzioni proprie (somminstrazione terapia, monitoraggio pazienti critici, e tanto altro) per le quali hanno conseguito la laurea universitaria e devono affrontare l’esasperazione dei pazienti e cercare di supplire dequalificando la propria professione e trascurando il proprio mandato professionale per occuparsi di tutti quei compiti propri degli Operatori Socio Sanitari.

Tali attività, aggiungono dal sindacato degli Infermieri, il cui esercizio concretizza una evidente condizione di demansionamento in quanto vessa la professionalità e la competenza degli stessi, li distoglie in maniera prevalente dalla assistenza infermieristica e gli impedisce di esercitarla secondo scienza e coscienza.

“Il sindacato Nursing Up ha più volte chiesto alla direzione aziendale delle professioni sanitarie la mappatura della distribuzione degli oss nei turni notturni dei reparti di degenza, ma le ripetute assenze di risposta confermano l’assenza degli operatori di supporto e di conseguenza denotano la volontà da parte dell’azienda di demansionare gli infermieri a danno degli stessi” – spiega Murracino.

Nursing Uo segnala il numero sempre maggiore di cause legali per demansionamento intentate e vinte dagli infermieri contro l’azienda con conseguenti spese a carico dei contribuenti.

Potrebbe interessarti...