Infermieri, OSS e Professionsti Sanitari: stop a precariato negli Enti pubblici.

Cisl FP: TFS va equiparato tra pubblico e privato!

Pubblica Amministrazione, Petriccioli (Cisl): sentenza su somministrati dà forza all’impegno della CISL FP contro il precariato. Analoghe iniziative in tutta Italia.

“È una sentenza davvero fondamentale perché stabilisce senza equivoci che il lavoro svolto in forma ‘somministrata’ va riconosciuto per l’accesso alle graduatorie di concorso pubblico”.​ Lo dichiara, in una nota stampa, il Segretario Generale della Cisl Fp, Maurizio Petriccioli.

Petriccioli commenta la sentenza che il Giudice Unico di Napoli ha pronunciato in favore del ricorso, sostenuto dai legali della Cisl Fp Campania e Napoli, che chiedeva l’annullamento della nota n. 0455915 del 13 luglio 2019 della Direzione Generale per la Tutela della Salute della Giunta Regionale Campania, in forza della quale veniva ritenuto non valutabile il periodo di lavoro svolto in forma “somministrata” per l’accesso alle graduatorie.

“È un precedente davvero importante non sono per i precari della Campania ma anche per decine di migliaia di persone in tutto il Paese, perché parliamo di una sentenza che ribalta un orientamento ormai consolidato, applicato dalla Funzione Pubblica e dagli enti locali e nazionali” – prosegue.​

“Ci aspettiamo ora che la Funzione Pubblica voglia prendere atto dei contenuti della sentenza, cambiando il proprio orientamento in materia. Siamo pronti ad avviare analoghe iniziative in tutto il territorio nazionale con l’obiettivo di favorire il lavoro stabile e duraturo per le donne e gli uomini che erogano da tempo importanti servizi pubblici per i cittadini e le imprese” – conclude Petriccioli.

Potrebbe interessarti...