Pubblicità

Arriveranno Incentivi Economici anche per gli Infermieri, gli OSS, i Professioni Sanitarie e gli altri operatori della sanità pubblica pugliese per il Covid-19. Esultano il sindacato SHC e Fratelli d’Italia.

Arrivano incentivi economici per Infermieri, OSS, Professioni Sanitarie e altri operatori del SSR in Puglia. Lo ha deciso la Regione che ha accolto in gran parte le richieste di Fratelli d’Italia e del sindacato SHC, ma anche di CGIL, CISL, UIL e FIALS, senza dimenticare Nursing UP e Nursind. Lo rendono noto il consigliere regionale di FDI Giannicola De Leonardis e il segretario regionale del Sindacato Human Caring OSS, Antonio Squarcella.

La nota di Giannicola De Leonardis (FDI).

Giannicola De Leonardis, consigliere regionale di Fratelli d'Italia in Puglia.
Giannicola De Leonardis, consigliere regionale di Fratelli d’Italia in Puglia.

“Nella seduta della Commissione Bilancio del 7 aprile scorso, avevamo presentato un emendamento alla proposta di legge in esame per riconoscere un’indennità straordinaria agli operatori sanitari in prima linea nell’emergenza Covid-19, che non aveva ottenuto la maggioranza necessaria. Ma la piena convinzione della bontà dell’iniziativa, e della necessità di premiare lo sforzo esemplare, il coraggio e l’abnegazione di eroi costretti ad affrontare la pandemia con risorse limitate e spesso inadeguate a disposizione, a rischio della loro salute e vita, e di quella dei loro affetti più cari, ci ha spinti a rimodularlo e ripresentarlo oggi nell’aula consiliare: e un confronto costruttivo con il presidente Michele Emiliano, che ha informato l’assemblea delle trattative in corso nel merito tra le Regioni, il Governo nazionale e le organizzazioni sindacali, ha portato all’approvazione con 40 voti favorevoli” – ha spiegato Giannicola De Leonardis.

“Un successo non del nostro partito ma della collettività, e un doveroso ringraziamento a quanti hanno garantito e stanno garantendo la tenuta del nostro sistema sanitario nonostante limiti e carenze, con un impegno che merita una gratificazione anche economica in questa fase eccezionale da qualsiasi punto di vista, con modalità che verranno adesso determinate in altre sedi. Ma che la massima assemblea elettiva pugliese non poteva continuare ad ignorare” – conclude l’esponente di centro-destra.

La nota del segretario del sindacato SHC Puglia, Antonio Squarcella.

Antonio Squarcella, segretario regionale SHC Puglia.
Antonio Squarcella, segretario regionale SHC Puglia.

“La Regione Puglia ha approvato nel pomeriggio di ieri in consiglio regionale la richiesta di Indennizzi per gli Operatori Sanitari impegnati nella gestione dell’Emergenza del Covid-19.
Un altro successo targato SHC Puglia” – spiega Antonio Squarcella, segretario SHC Puglia.

“Siamo soddisfatti dell’approvazione in consiglio regionale! Una vittoria non soltanto di SHC ma di tutti gli Operatori Socio Sanitario pugliesi protagonisti in questa drammatica emergenza!” – conclude.

In passato il sindacato SHC aveva scritto al presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, per chiedere incentivi economici e in pratica aumenti stipendiali a favore di tutti gli Operatori Socio Sanitari operanti sul territorio pugliese. Lo faceva con una missiva molto chiara e sintetica.

Ecco la lettera di Antonio Squarcella (SHC).

Presidenza Dipartimento promozione della Salute Presidente Regione Puglia Michele Emiliano

Oggetto: Incremento di indennizzo -Una Tantum- a tutti gli Operatori Socio Sanitari

La scrivente O.S. di categoria OSS, vuol far riferimento alla delibera della Regione Emilia Romagna, dellʼimplemento verso il personale sanitario di una prima valorizzazione del personale del comparto impegnato alla gestione dell’emergenza Covid-19 allʼindennità da specificare -Una Tantum- dellʼimporto complessivo pari ai 1000€.

Vorremmo, inoltre, stigmatizzare la bocciatura di richiesta, fatto oltre riferimento al nostro prot. 28/2020, e in giunta regionale della proposta da parte di alcuni componenti del consiglio, dellʼistituzione fondo per garantire unʼindennità a tutto il personale sanitario pugliese corrisposto a fasce retributive.

In merito a quanto sopra citato, vorremmo pertanto far ulteriore richiesta alla Regione Puglia, di assurgere ed applicare una prima valorizzazione del personale OSS impegnato nella gestione dellʼemergenza Covid-19 in Puglia come già deliberato dalla Regione Emilia Romagna, per il lavoro incessante, ad ogni rischio alla salute, e posti in prima linea per fronteggiare lʼemergenza sanitaria alla cura della persona.

La scrivente O.S., con lʼauspicio di quanto richiesto, venga fatta rilevanza ed urgente applicazione, rimane in attesa di ulteriore riscontro in attesa di accordi con le S.V. e la nostra organizzazione, cordiali saluti.

Il Segretario Regionale SHC PUGLIA
Antonio Squarcella