Pubblicità

Massimo Mincuzzi (FIALS Puglia): “come mai Michele Emiliano si ricorda solo ora degli Operatori del Servizio 118 in piena campagna elettorale?”.

Massimo Mincuzzi è su tutte le furie e se la prende con il Governatore della Puglia Michele Emiliano. In una nota inviata gli organi di informazione il segretario generale della FIALS Puglia si dice sconcertato per “l’improvvisa attenzione del Governatore nei confronti degli Operatori del Servizio 118, proprio in piena campagna elettorale”.

E non è tutto, scopriamo assieme cosa chiede il segretario dell’organismo sindacale, il più importante sul territorio pugliese.

La nota di Massimo Mincuzzi, segretario generale FIALS Puglia.

Evidentemente in difficoltà per la riconferma alla Presidenza della Giunta Regionale e dopo aver supplicato, senza risultato, gli elettori del Movimento 5 Stelle al “voto disgiunto”, Michele Emiliano prova a strappare, con l’aiuto di alcuni sindacati, qualche consenso agli autisti del 118 da anni abbandonati al loro destino con la promessa dell’internalizzazione.

E’ stucchevole assistere ad un siffatto comportamento determinato forse solo dalla disperazione e che si aggiunge alle promesse di internalizzazione fatte pubblicamente agli autisti del 118 da qualche Amministratore Unico delle SANITASERVICE negli ultimi 15 giorni, presentando un candidato alle Regionali a sostegno di Emiliano.

Il Presidente Emiliano evidentemente o ha la memoria corta o fa finta di dimenticare di aver assunto impegni con la FIALS, da ultimo in occasione dell’incontro tenutosi il 25/06/2020 presso la Presidenza della Giunta Regionale con il dott. Montanaro a margine della manifestazione regionale della FIALS Puglia, in ordine alla immediata internalizzazione di tutti gli autisti del 118 della Regione alla stessa stregua di quanto già fatto da anni nella provincia di Foggia.

La FIALS protesta da un decennio per ottenere l’internalizzazione degli autisti del 118 nelle SANITASERVICE che sin dai tempi del Presidente Vendola doveva internalizzare le attività core-business affidate all’esterno a partire dal 118.

Al Presidente Emiliano abbiamo chiesto sin da suo insediamento nel 2015 di procedere all’internalizzazione degli autisti del 118 e la FIALS ha lottato e manifestato a fianco degli autisti del 118, ricevendo mere rassicurazioni che a fine legislatura non trovano riscontro negli atti di tutti i Direttori Generali della ASL. Solo alcuni infatti hanno avviato il percorso di affidamento alle SANITASERVICE, la ASL FG e oggi la ASL BR.

Noi non dimentichiamo che il Presidente Emiliano, con il sostegno di altri sindacati voleva costituire l’AREU e mettere a rischio il posto di lavoro di tutti gli autisti del 118 che avrebbero dovuto competere in un concorso pubblico e a cui avrebbero partecipato candidati di tutta l’Italia per essere assunti all’AREU.

Ci saremmo aspettati dal Presidente Emiliano l’internalizzazione già cinque anni fa, garantendo pari condizioni di lavoro in tutta la Regione. Così non è stato per questo fa rabbia vedere di ricordarsi degli autisti del 118 l’ultima settimana di campagna elettorale, peraltro in compagnia di sindacalisti che erano contrari all’internalizzazione e favorevoli all’AREU, tanto da organizzare convegni pubblici a sostegno di una sciagurata scelta che per fortuna il Presidente Emiliano ha dovuto accantonare.

Massimo Mincuzzi
Segretario Generale FIALS Puglia