histats.com
giovedì, Ottobre 21, 2021
Pubblicità
HomeIn evidenzaFallita la Conciliazione obbligatoria in Prefettura a Firenze con Assessorato alla Sanità,...

Fallita la Conciliazione obbligatoria in Prefettura a Firenze con Assessorato alla Sanità, FIALS: “Ora si apre una stagione di lotta”.

Fallita la Conciliazione obbligatoria in Prefettura a Firenze con Assessorato alla Sanità. Il Sindacato FIALS ha tentato la ricerca di soluzioni, con l’Assessorato alla Sanità della Regione Toscana nel corso della riunione per il raffreddamento del conflitto, per rimuovere il blocco delle assunzioni per il personale del Comparto Sanità.

In tale occasione abbiamo riportato dati incontestabili riferiti alle gravi difficoltà in cui si trovano ad operare i lavoratori a fronte delle carenze di organico presenti nelle USL e nelle Aziende del S.S. Regionale. In considerazione delle risposte dilatorie ed inadeguate forniteci su nostra richiesta è stata convocata, oggi 22 settembre, dalla Prefettura di Firenze la conciliazione obbligatoria prevista dalla Legge 146/1990 con l’Assessorato alla Sanità. Il FIALS ha esposto nuovamente le motivazioni e richieste poste a base dello Stato di Agitazione che si sono sostanziate:

a) Nella necessità inderogabile di comprendere le quantità di risorse investite dalla Regione derivante dai trasferimenti da leggi nazionali e dalla Comunità Europea, non abbiamo avuto risposta sul perché gli investimenti in sanità ci risulterebbero essere stati inferiori alle effettive disponibilità.

b) Nella esigenza non rinviabile di rimuovere il blocco delle assunzioni, eliminando il limite di spesa imposto alle USL ed Enti, quale atto indispensabile per colmare i vuoti in organico determinati dalle cessazioni a vario titolo e per corrispondere alla esigenza del recupero delle liste di attesa, alle necessità di contemperare l’azione di contenimento e cura del contagio da Covid con il ripristino delle prestazioni sanitarie ordinarie e l’attivazione di nuovi servizi in funzione dei diritti dei cittadini e dei lavoratori. In tale contesto abbiamo chiesto in primo luogo la sostituzione di tutto il turn over.

c) Nella difesa dei diritti dei lavoratori del Comparto che oggi sono costretti a svolgere ore di straordinario e orario aggiuntivo in quantità abnormi in aperta violazione del CCNL e delle leggi sull’orario di lavoro – Abbiamo chiesto per i lavoratori il diritto ad operare in sicurezza, alla fruizione del dovuto riposo giornaliero e settimanale e alle ferie che presentano numeri enormi di giorni arretrati

d) Nella richiesta di assunzioni a tempo indeterminato con una opportuna quantificazione per evitare una nuova stagione di precariato che si esprime anche con il ricorso al lavoro interinale più costoso ed incapace di dare stabilità ai servizi

e) Nella eliminazione di ogni azione impropria da parte della Regione e delle USL, nei confronti dei lavoratori, nell’ambito della applicazione dell’art 4 Legge 76/2021 sull’obbligo vaccinale.

Abbiamo chiesto una corretta applicazione della legge con certezze di percorsi e garanzie per i lavoratori senza nessuna deroga alle opportune tutele previste per loro. Non è possibile accettare le sospensioni dal servizio e perdita dello stipendio per situazioni non pienamente riconducibili alla norma vigente.

Il FIALS richiamandosi alla comunicazione dello Stato di Agitazione ha ricordato la situazione prodotta dalla Legge Regionale 84/2015 che ha determinato la devastazione della Sanità Toscana con la creazione delle Mega Aziende, la devoluzione di gran parte dei Servizi al settore privato, la riduzione delle prestazioni gratuite per i cittadini e del numero degli operatori.

Il FIALS in epoche precedenti aveva fornito indicazioni anche per forme di reclutamento più rapide con concorsi semplificati e l’attuazione di forme di mobilità più snelle. Nonostante tutto l’impegno profuso la conciliazione si è conclusa negativamente per la totale chiusura dell’Assessorato Regionale a tutte le nostre richieste. Ora si apre una stagione di lotta che potrà culminare in uno sciopero e in manifestazioni in tutte le realtà delle USL Toscane – è quanto si legge nella dura nota stampa a firma del dott. Massimo Ferrucci per la Segreteria FIALS Regionale Toscana. (foto-copertina di repertorio)

Redazione AssoCareNews.it
Redazione di AssoCareNews.it
RELATED ARTICLES

Novità

© 2021 Tutti i diritti sono riservati ad AssoCareINFormazione.it.

© 2021 ACN | Assocarenews.it

Associazione di promozione culturale – In attesa di registrazione al Tribunale di Foggia.

Direttore: Angelo “Riky” Del Vecchio – Vice-Direttore: Marco Tapinassi

Incaricati di Redazione: Felice La Riccia, Lorisa Katra, Michela Ciavarella, Michelarcangelo Orlando, Francesca Ricci, Gioacchino Costa.

Per contatti: WhatsApp > 3805851500 – Cellulare 3489869425 Scrivici PEC

Redazione Puglia: Via Renato Guttuso, 4 – Rignano Garganico (FG) – Codice Fiscale: 91022150394

Redazione Toscana: Via Girolamo Fracastoro, 27 Firenze – Codice Fiscale: 91022150394