histats.com
venerdì, Settembre 17, 2021
Pubblicità
HomeInfermieriSindacato e PoliticaDPCM 3 Novembre: Ufficiali Zone rosse, coprifuoco e lockdown. Tutti i provvedimenti.

DPCM 3 Novembre: Ufficiali Zone rosse, coprifuoco e lockdown. Tutti i provvedimenti.

Nuovo DPCM: confermati coprifuoco e lockdown circoscritti. Ecco le zone rosse. Le restrizioni per spostamenti, scuola e attività commerciali chiudono un altro pezzetto di Italia.

Nuovo DPCM, dal 5 novembre l’Italia vedrà una nuova serie di misure. Il testo doveva uscire domani ma dopo il bollettino disastroso di oggi, è stato definitivamente anticipato.

Ecco il testo ufficiale del Decreto.

Le disposizioni del nuovo decreto troveranno applicazione dal 5 novembre 2020 al 3 dicembre 2020. E’ quanto si apprende dalla bozza del Dpcm (divulgata da ansa.it).

Coprifuoco in tutta Italia dalle 22.

Dalle ore 22.00 alle ore 5.00 saranno consentiti esclusivamente gli spostamenti motivati da comprovate esigenze lavorative, da situazioni di necessità ovvero per motivi di salute.

È in ogni caso fortemente raccomandato a tutte le persone fisiche, per tutto l’arco della giornata, di non spostarsi, con mezzi di trasporto pubblici o privati, salvo che per esigenze lavorative, di studio, per motivi di salute, per situazioni di necessità o per svolgere attività o usufruire di servizi non sospesi.

Stop agli spostamenti in aree a rischio.

Nelle aree ad alto rischio che ricadono negli scenari 3 e 4, ovvero quelli caratterizzati da uno scenario di elevata gravità e quelle nelle quali ci sono situazioni di massima gravità “è vietato ogni spostamento in entrata e uscita dai territori”.

E’ quanto prevede la bozza del nuovo Dpcm secondo il quale il provvedimento può riguardare intere Regioni.

La differenza tra le zone che ricadono nello scenario 3 e in quelle che rientrano nel 4 sta nel fatto che in queste ultime sono vietati anche gli spostamenti “all’interno dei medesimi territori”, dunque a livello comunale e provinciale.

In zone a massimo rischio chiuso tutto, anche i negozi.

Nelle zone a massimo rischio “Sono sospese le attività commerciali al dettaglio, fatta eccezione per le attività di vendita di generi alimentari”.

Il provvedimento ferma anche i mercati, tutte le attività di bar e ristorazione (salvo la consegna a domicilio l’asporto consentito fino alle 22) e le attività sportive.

Resta invece consentita l’attività motoria “in prossimità della propria abitazione” e con obbligo della mascherina e l’attività sportiva “esclusivamente all’aperto e in forma individuale”.

Per le aree ad alto rischio, dunque nelle zone arancioni, restano invece aperti i negozi ma chiudono bar e ristoranti. Limitato in queste zone anche “ogni spostamento con mezzi di trasporto pubblici e privati in un comune diverso da quello di residenza” salvo esigenze di lavoro, studio, salute e necessità.

La bozza del nuovo Dpcm prevede che a bordo dei mezzi pubblici del trasporto locale e del trasporto ferroviario regionale sia consentito “un coefficiente di riempimento non superiore al 50 per cento”; ciò con esclusione, però, del “trasporto scolastico dedicato”.

Smart working e Scuole.

Sia nella Pubblica amministrazione che nel settore privato, e ingressi differenziati del personale.

La didattica a distanza al 100% per le scuole superiori, salvo attività laboratori in presenza; per le scuole elementari e medie e per i servizi all’infanzia attività in presenza ma con uso obbligatorio delle mascherine (salvo che per i bimbi al di sotto dei 6 anni).

Che cosa succede nelle zone rosse?

Nelle Regioni che si collocano in uno scenario di massima gravità e con livello di rischio alto attueranno misure importanti.

I provvedimenti saranno valutati su base settimanale, e avranno la durata minima di 15 giorni: se una Regione entra in zona «rossa», vi rimarrà per due settimane almeno.

DPCM, tutte le restrizioni per Zona Rossa, Zona Arancione, Zona Gialla e Zona Bianca.

Il Corriere.it riporta anche come resti fortemente raccomandato a tutti, per tutto l’arco della giornata, di non spostarsi, con mezzi di trasporto pubblici o privati, salvo che per esigenze lavorative, di studio o per motivi di salute.

Comitato di Redazione
Servizio Redazionale.
RELATED ARTICLES

6 Commenti

Comments are closed.

Novità

© 2021 Tutti i diritti sono riservati ad AssoCareINFormazione.it.

© 2021 ACN | Assocarenews.it

Associazione di promozione culturale – In attesa di registrazione al Tribunale di Foggia.

Direttore: Angelo “Riky” Del Vecchio – Vice-Direttore: Marco Tapinassi

Incaricati di Redazione: Felice La Riccia, Lorisa Katra, Michela Ciavarella, Michelarcangelo Orlando, Francesca Ricci, Gioacchino Costa.

Per contatti: WhatsApp > 3805851500 – Cellulare 3489869425 Scrivici PEC

Redazione Puglia: Via Renato Guttuso, 4 – Rignano Garganico (FG) – Codice Fiscale: 91022150394

Redazione Toscana: Via Girolamo Fracastoro, 27 Firenze – Codice Fiscale: 91022150394