Pubblicità

Emendamenti al Decreto Rilancio presentati alla Camera dei Deputati: previsti 10 milioni di euro per gli OSS e Assistenti Sociali vittime del Coronavirus e famiglie. Esultano MIGEP e SHC, ma occorre attendere approvazione delle Camere.

Gli OSS e gli Assistenti Sociali vittime del Covid-19 non sono morti invano, sempre che passi l’emendamento al D.L. e che il Governo Conte trovi l’armonia politica giusta per approvarlo. Diversi Deputati presentano emendamento all’Art. 10 della norma. Lo comunicano la Federazione MIGEP e il sindacato SHC OSS.

L’emendamento all’Art. 10 presentato dal Partito Democratico e da altre forze politiche tiene conto di alcune modifiche necessarie al Decreto Rilancio per sostenere le famiglie degli Operatori Socio Sanitari e degli Assistenti Sociali vittime del Coronavirus.

Ecco cosa dice nel dettaglio l’emendamento.

Apportare le seguenti modifiche:

a) al comma 1 lettera a) dopo le parole “degli esercenti le professioni sanitarie” aggiungere le seguenti “, della professione di assistente sociale”
b) all’articolo 22-bis dopo il comma 1 aggiungere il seguente:
«1-bis. Il fondo di cui al comma 1 è incrementato dagli introiti derivanti dall’irrogazione delle sanzioni di cui all’articolo 4 del decreto-legge 25 marzo 2020, n. 19, convertito con modificazioni dalla L. 22 maggio 2020, n. 35”

Carnevali; Siani; Rizzo Nervo; Pini; Schirò

Motivazione: si estende il fondo solidarietà vittime Covid 19 anche ai famigliari degli assistenti sociali.
1. Presso la Presidenza del Consiglio dei ministri è istituito un fondo con una dotazione di 10 milioni di euro per l’anno 2020 destinato all’adozione di iniziative di solidarietà a favore dei famigliari degli esercenti le professioni sanitarie, la professione di assistente sociale e operatori socio-sanitari, impegnati nelle azioni di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19, che durante lo stato di emergenza deliberato dal Consiglio dei ministri il 31 gennaio 2020 abbiano contratto, in conseguenza dell’attività di servizio prestata, una patologia alla quale sia conseguita la morte per effetto diretto o « come concausa » del contagio da COVID-19.