Concorso Infermieri Cardarelli Napoli: verso l'annullamento, esposto in Procura.
Concorso Infermieri Cardarelli Napoli: verso l'annullamento, esposto in Procura.
Pubblicità

Emergenza Coronavirus. Un gruppo di Infermieri chiede assunzioni al Sant’Andrea di Roma. Parte petizione spontanea degli aventi diritto.

Petizione spontanea, posta in essere da colleghi infermieri, in graduatoria al Sant’Andrea di Roma, per la quale ha scritto più volte in passato.

“La Regione Lazio celebra le assunzioni, ma sono le stesse  che avevano annunciato prima della pandemia. Stanno lasciando le donne in gravidanza, o in post puerperio a casa, con la promessa di lasciarle in una graduatoria, che già oggi non scorre. Hanno escluso dalla graduatoria chi non è disponibile a dimettersi in tre giorni, e a pagare le relative sanzioni – spiega Laura Rita Santoro, segretaria regionale Nursing Up Lazio – i ragazzi in graduatoria hanno ragione da vendere. Si condivide il documento, ma faccio presente che non è farina del sacco di Nursing Up Lazio, ma un iniziativa autonoma e come tale dovrebbe essere trattata”.

Stop precariato e scorrimento graduatoria Sant’Andrea.

Nonostante i circa 6000 infermieri idonei nella graduatoria del concorso S.Andrea della Regione Lazio le iniziative rivolte al reclutamento di personale per colmare i vuoti aziendali e per far fronte all’emergenza in corso mirano alla precarietà, all’incertezza, alla non stabilità, tramite reclutamenti di 12 mesi e/o ricorso ad avvisi pubblici e cooperative.

Chiediamo lo scorrimento della graduatoria e l’assunzione, come prevista dal concorso stesso, a tempo INDETERMINATO.

Chiediamo di sostenere la nostra causa contribuendo, insieme a noi, alla lotta al precariato che da sempre attanaglia questa professione.

NO A PROFESSIONISTI USA E GETTA!

La petizione: LINK.