Pubblicità

Emergenza Coronavirus. La FIALS, per mano di Massimo Mincuzzi, bacchetta sonoramente la Regione Emilia Romagna: “condotta anti-sindacale, il nostro è uno dei sindacati maggiormente rappresentativi”.

Per l’Emergenza Coronavirus scoppiano le polemiche tra sindacati a Bologna e in Emilia Romagna tra FIALS e CGIL – CISL – UIL. Il sindacato delle autonomie locali e della sanità, per mano del commissario regionale Massimo Mincuzzi, scrive al presidente Stefano Bonaccini e e all’assessore alle politiche della salute Raffaele Donini.

Il rappresentante della FIALS parla apertamente di condotta anti-sindacale e chiede la convocazione di un tavolo di confronto ad hoc con tutte le sigle maggiormente rappresentative e soprattutto firmatarie del CCNL del Comparto Sanità.

La missiva di Massimo Mincuzzi.

Apprendo con stupore da quanto riportato il 28/2/2020 dalla testata Online “cstcnsc.com” che si è tenuto un incontro con l’Assessore alle Politiche della Salute della Regione Emilia Romagna in ordine a prestazioni di lavoro straordinario e aggiuntive per il personale del S.S.R. che dovessero rendersi necessarie per la c.d. “Emergenza Coronavirus“.

Non le sfugge che la FIALS in quanto organizzazione maggiormente rappresentativa e che sottoscrive il CCNL di settore, ha diritto, al pari delle altre OO.SS. maggiormente rappresentative a tenere relazioni sindacali con le Regioni oltre che con gli Enti c Aziende del S.S.R. presso i quali si svolge la contrattazione integrativa aziendale.

Non Le sfugge, in tutta la sua gravità, il comportamento discriminatorio e antisindacale posto in essere con la mancata convocazione della FIALS Emilia Romagna alla citata riunione ed il conscguente danno di immagine nei confronti della FIALS determinato dalla diffusione della notizia attraverso i mezzi di informazione.

Per quanto sopra esposto chiedo che con immediatezza venga rimossa la condotta antisindacale posta in essere convocando, con la massima sollecitudine un’apposita riunione sul tema, a cui evidentemente partecipino tutte le OO.SS. maggiormente rappresentative dei lavoratori della sanità pubblica.

In attesa di urgente cenno di riscontro, l’occasione mi è gradita per inviare distinti saluti.

Massimo Mincuzzi – Commissario FIALS Emilia Romagna