Pubblicità

Emergenza Coronavirus. Infermieri, OSS e Professionisti Sanitari precari saranno tutti stabilizzati in Emilia-Romagna. Lo comunica la Fials.

La FIALS dell’Emilia Romagna si dice “ancora una volta decisiva” per i lavoratori della sanità. Lo riferisce il Sub-Commissario Alfredo Sepe in una nota diffusa agli organi di informazione, con cui annuncia la stabilizzazione dei precari. Infermieri, OSS e Professioni Sanitarie esultano.

“La Regione Emilia-Romagna, dopo le nostre incessanti richieste, si è impegnata a stabilizzare i precari, ma allo stesso tempo di far scorrere le graduatorie concorsuali; ogni Azienda dovrà effettuare la ricognizione degli aventi diritto, al netto del continuo reclutamento di personale dalle Graduatorie – ‘tuona’ Sepe

L’annuncio.

LE PROCEDURE DI STABILIZZAZIONE SARANNO COMPLETATE ENTRO I SEGUENTI ARCHI TEMPORALI: ENTRO GIUGNO 2020 PER TUTTI I DIPENDENTI A TEMPO DETERMINATO CHE HANNO MATURATO TRE ANNI DI SERVIZIO ANCHE NON CONTINUATIVI NEGLI ULTIMI OTTO ANNI COME PREVISTO DALL’ART 20 COMMA 1 DLGS. 75/2017 ENTRO IL 30 APRILE 2020. ENTRO GENNAIO 2021 PER I DIPENDENTI A TEMPO DETERMINATO CHE CHE HANNO MATURATO TRE ANNI DI SERVIZIO ANCHE NON CONTINUATIVI NEGLI ULTIMI OTTO ANNI COME PREVISTO DALL’ART 20 COMMA 1 DLGS. 75/2017 ENTRO IL 31 DICEMBRE 2020. IN COERENZA CON QUANTO PREVISTO DAL DECRETO SOPRACITATO SARANNO PROROGATI I RAPPORTI DI LAVORO FLESSIBILE A SCADENZA FINO AL COMPLETAMENTO DELLE PROCEDURE DI STABILIZZAZIONE.

“Un altro grande risultato targato FIALS, senza limitare il diritto dei vincitori di concorso ad essere chiamati, il giusto nell’equilibro precariato e graduatorie concorsuali” – conclude l’esponente del sindacato delle autonomie locali e dell’università.