Pubblicità

Emergenza Coronavirus. La FIALS di Bologna chiede indennità COVID-19 per Professioni Sanitarie, Tecnici, Amministrativi e figure logistiche e di supporto.

Il segretario provinciale della FIALS di Bologna, Alfredo Sepe, scrive a gran voce alle direzioni generali della aziende ospedaliere e USL di Bologna e Imola indennità Covid-19 per le Professioni Sanitarie, i Tecnici, gli Amministrativi, le figure logistiche e di supporto. Lo fa inviando una apposita missiva ai DG con cui si chiede di mettere in pratica quanto dichiarato a voce.

Ecco la missiva della FIALS.

Spettabili

  • Direzione Generale AOSP Bologna
  • Direzione Generale USL Bologna
  • Direzione Generale Rizzoli
  • Direzione Generale Imola
  • A Tutti i Lavoratori Aziende Metropolitane

Oggetto: Indennità Covid 19 – Remunerazione Economica – Professioni Sanitarie / Tecniche / Amministrative / Supporto / Logistiche.

Spettabili Direttori, alla luce delle considerazioni tecnico/politiche sull’indennità succitata, alla luce delle evidenze contrattuali e della metamorfosi subita dalle Aziende Metropolitane a seguito dell’Emergenza COVID – 19, sempre sic et simpliciter considerare e remunerare gli operatori con l’indennità/incentivo legato alla questione emergenziale COVID – 19, con effetto immediato, da remunerare in tempi brevi, riscontrabile in busta paga con l’acronimo Ind.Covid19.

Un incentivo economico che sembra riscontrabile anche dai CC.NN. LL. denominata di fatto anche indennità di malattie infettive Art. 44-COMMA 6 (per ogni giornata di effettivo servizio prestato per i riposi compensativi, al netto dell’inclusione di tutto il personale, anche quello di supporto) vista la ratio del lavoro multiprofessionale, in equipè, della logica di una valutazione interprofessionale e multidisciplinare, di gerarchia orizzontale e non verticale, al fine di valorizzare tutte le professioni impiegate presso le UU.OO. che gestiscono pazienti COVID – 19
Diritto dalle sfumature chiare e dal profilo giuridico ben delineato anche dai DPCM, che di fatto implicitamente, anche con l’elargizione di Bonus e l’estensione di diritti, permessi e congedi, sembrano voler confermare, a favore di tutto il personale impiegato in Emergenza COVID, una valorizzazione economica aggiuntiva.

Ad Adiuvandum, riteniamo necessario e doveroso valorizzare e riconoscere l’indennità succitata , anche a corollario dei sacrifici e della mole di lavoro che gli operatori effettuano ogni giorno tra le corsie dei nostri reparti, nel front – office, nell’area amministrativa/tecnico e logistica.

In attesa di riscontro alla presente missiva, si porgono distinti saluti

Dott. Alfredo Sepe
Segretario Generale Provinciale FIALS Bologna