Pubblicità

Emergenza Coronavirus. In Emilia Romagna il governatore Stefano Bonaccini “sigilla” la città di Medicina trasformandola in zona rossa. Troppe infezioni e diversi morti per COVID-19. Da mezzanotte tutto chiuso.

Il territorio del capoluogo di Medicina e la frazione medicinese di Ganzanigo ora sono zona rossa. Lo ha comunicato poco fa il governatore della regione Emilia Romagna Stefano Bonaccini, a cui ha fatto eco il sindaco Matteo Montanari. Saranno chiuse, delimitate, totalmente isolate per evitare la diffusione del Coronavirus verso la città metropolitana e Bologna. 

Da questa notte – ricordano i colleghi de Il Resto del Carlino – fino al 3 aprile, una nuova ordinanza della Regione (il provvedimento è stato preso di concerto con Ausl, Comune, Prefettura, Protezione Civie e con il sindaco metropolitano Virginio Merola) prevede divieto di allontanamento dal territorio del capoluogo di Medicina e dalla frazione di Ganzanigo, divieto di accesso nei due luoghi stessi . Consentito il rientro al domicilio.

Dobbiamo evitare altri contagi dentro Medicina e anche di estendere il contagio alla Città Metropolitana di Bologna.Per questo c’è una nuova ordinanza regionale per il controllo rinforzato del capoluogo di Medicina e Ganzanigo, dove abbiamo la stragrande maggioranza dei casi positivi.Stiamo uniti e ne verremo fuori insieme.

Pubblicato da Matteo Montanari Sindaco su Domenica 15 marzo 2020

Per piacere #Restateacasa!