Pubblicità

Massimo De Rosa (M5S): “Diasorin-San Matteo, sanità lombarda sottoposta al test della procura”. Sotto accusa la Regione Lombardia.

“Purtroppo non siamo sorpresi. L’apertura di un’inchiesta da parte della Procura di Milano è la logica conseguenza del modo in cui Regione Lombardia ha gestito la questione test sierologici, fin dall’inizio” – commenta il consigliere regionale del M5S Lombardia Massimo De Rosa che, la scorsa settimana, aveva presentato all’assessore al Welfare Gallera un’interrogazione sull’argomento.
“Metterò a disposizione della magistratura tutto il materiale acquisito tramite la mia azione in Consiglio Regionale. Personalmente anche io, a nome del gruppo consiliare del Movimento Cinque Stelle, ho dato mandato a un legale per procedere con le dovute segnalazioni ad Anac, AGCM e alla Corte dei Conti che valuterà l’eventuale danno erariale, ove il Tar all’udienza di domani dovesse confermare il fatto che nel caso di specie sono state violate le regole della concorrenza e dell’evidenza pubblica” – spiega il portavoce pentastellato.

“Da cittadino lombardo non posso che esprimere il più profondo rammarico per quella che, nel migliore dei casi, sarà l’incompetenza mostrata dai vertici regionali nel gestire la vicenda. Un’incapacità di amministrare la sanità pubblica, le cui conseguenze finiranno ancora una volta per essere pagate dai cittadini e dalle imprese lombarde, facendo purtroppo lavorare la magistratura, per far luce su scelte e modalità procedurali non proprio trasparenti” – conclude De Rosa.