Infermieri, Oss e Professionisti Sanitari sul piede di guerra: la FIALS protesta per diritti lesi.
Infermieri, Oss e Professionisti Sanitari sul piede di guerra: la FIALS protesta per diritti lesi.
Pubblicità

Emergenza Coronavirus. Polemiche a Imola: in reparto Covid-19 dell’ospedale 8 Infermieri e 5 OSS positivi al virus. Fials presenta diffida legale all’Usl.

La Fials ha presentato diffida legale nei confronti dell’Azienda Unità Sanitaria Locale di Imola per la presenza di 8 Infermieri e 5 OSS infetti da Coronavirus. Tutti lavorano nel Reparto Covid-19. Lo comunicano con una nota diffusa alla stampa il segretario provinciale di Bologna Alfredo Sepe e il segretario aziendale di Imola Stefano De Pandis.

Il sindacato ha inviato una lunga diffida con cui si mette in discussione la messa in sicurezza dei lavoratori. Già da un mese la Fials sta denunciando la mancanza di Dispositivi di Protezione Individuale idonei a difendere gli operatori dal virus. Ora arriva la conferma dei test. Ad oggi in 13 sono positivi.

Nervosismo tra gli operatori dell’ospedale Santa Maria della Scaletta, che ora temono per contagi di massa.

Ecco la lettera-diffida della Fials di Bologna e Imola:

DIFFIDA FIALS OPERATORI SANITARI CONTAGIATI AUSL IMOLA