Concorso OSS Bologna – Imola: si assuma da graduatoria, basta interinali!

Concorso OSS Bologna - Imola: si assuma da graduatoria, basta interinali!

Si assumano Operatori Socio Sanitari a tempo indeterminato. Lo chiede Alfredo Sepe, segretario provinciale FIALS.

Basta con le assunzioni temporanee e non più giustificabili di Operatori Socio Sanitari (OSS) dalle Agenzie Interinali, si deve assumere a tempo indeterminato dalle graduatorie del Concorsone di Bologna, Imola e Ferrara. Lo chiede a gran voce Alfredo Sepe, segretario provinciale della FIALS di Bologna, che scrive alle direzioni sanitarie interessando diffidandole dal procedere oltre con chiamate al lavoro attraverso agenzie “amiche”. Lo comunica lo stesso sindacalista ad AssoCareNews.it, quotidiano sanitario nazionale che da tempo si batte per un lavoro più dignitoso nel SSN per gli OSS, per gli Infermieri e per tutti i Professionisti Sanitari.

Sepe è chiaro nella sua diffida parlando di un “modus operandi politicamente scorretto”. Il sindacalista FIALS, inoltre, punta il dito contro le altre organizzazioni sindacali, tra cui Cgil, Cisl, Uil e Nursind ree di avalalre il ricorso al lavoro interinale e a non aver profferito finora alcuna parola a favore dello scorrimento della graduatoria del mega-Concorso.

Ecco di seguito la missiva di Sepe.

Spettabile

Policlinico Sant’Orsola Malpighi

USL di Bologna

USL di Imola Rizzoli

Studio Legale FIALS Bologna

e p.c. OSS in Graduatoria

Oggetto: Diffida – Concorsone OSS – Richiesta Sospensione Utilizzo Lavoro Interinale – Scorrimento Immediato Graduatoria.

Spettabili Direzioni Generali, nonostante sia attiva una graduatoria di operatori socio sanitari, continuate ad assumere OSS da agenzie interinali, con evidenti ricadute sui vincitori di concorso, che attendono di essere reclutati ed inseriti in servizio.

Riteniamo tale modus operandi politicamente scorretto, a tratti illegittimo, vista la graduatoria in essere e le aspettative dei concorrenti, non ultimo la possibilità che la graduatoria vada in scadenza.

Responsabilità significative su tale circostanza sono ascrivibili anche alle organizzazioni sindacali (CGIL, CISL, UIL e NURSIND) che da sempre ai Tavoli di trattativa non sono mai stati contrari all’utilizzo di Interinali, nonostante ci sia una graduatoria aperta Vista la situazione, se non ci sarà una inversione immediata di rotta, saremo costretti ad intraprendere un contenzioso legale per salvaguardare gli interessi e le aspettative dei vincitori di concorso, attualmente in attesa di essere reclutati ed inseriti.

Dott. Alfredo Sepe

Segretario Provinciale FIALS Bologna

Potrebbe interessarti...