histats.com

Ambulatori e Punti Prelievo: Medici, Infermieri ed OSS ormai allo stremo nell’AUSL Romagna.

Ambulatori e Punti Prelievo: Medici, Infermieri ed OSS ormai allo stremo nell’AUSL Romagna.

Lo riferisce la FIALS di Rimini che nei giorni scorsi ha inviato una apposita missiva di protesta ai vertici dell’Ausl Romagna. Medici, Infermieri e OSS stremati dall’enorme mole di lavoro nei punti prelievo e negli ambulatori specialistici.

La FIALS di Rimini, con la segretaria provinciale Carla Bonvicini, interviene sullo stato di burnout in cui ormai vertono Medici Specialisti, Infermieri e OSS dei punti prelievo dell’Azienda Unità Sanitaria Locale della Romagna. Lo fa inviando una apposita missiva di protesta ai vertici aziendali.

Bonvicini scrive alla direzione generale e alle direzioni infermieristiche dell’AUSL. Nel suo documento parla espressamente di una situazione al limite del collasso fisico e psichico. Ci sarebbero medici costretti a lavorare senza infermieri, infermieri costretti a gestire strutture a conduzione medica e a operatori si supporto (OSS e OTA) a gestire ambiti prettamente infermieristici. Insomma il caos più generalizzato. E ciò tenendo presente che gli utenti aumentano giorno dopo giorno e che gli stessi sono sempre più anziani.

In una situazione ormai al limite del sopportabile è quasi un eufemismo leggere all’esterno dei presidi che “La cortesia è l’anima della cura”.

La situazione caotica si registrerebbe un po’ ovunque, da Rimini a Riccione, da Santarcangelo di Romagna a Cattolica, non dimenticando i presidi ambulatoriali e i punti prelievo delle province di Cesena-Forlì e Ravenna.

Ecco cosa scrive nello specifico Bonvicini.

 

Redazione

Servizio Redazionale.

© 2019-2020 Tutti i diritti sono riservati ad AssoCareINFormazione.it.

© 2019 ACN | Assocarenews.it

Associazione di promozione culturale – In attesa di registrazione al Tribunale di Bologna.

Direttore: Angelo “Riky” Del Vecchio – Vice-Direttore: Marco Tapinassi

Incaricati di Redazione: Giulia De Francesco, Giovanni Maria Scupola, Ivan Santoro, Gioacchino Costa.

Per contatti: WhatsApp > 3805851500 – Cellulare 3489869425 Scrivici PEC

Redazione Emilia Romagna: Viale Spadolini, 13 – Ravenna – Codice Fiscale: 91022150394

Redazione Toscana: Via Girolamo Fracastoro, 27 Firenze – Codice Fiscale: 91022150394