Pubblicità

Ospedale di Napoli negò Mobilità a due Infermiere (vincitrici di concorso): condannato a risarcire 20.000 euro. Esulta Alfredo Sepe della Fials.

Alfredo Sepe (Fials) lo aveva annunciato tempo fa, ora l’Ospedale Federico II di Napoli è stato condannato a pagare 20.000 euro, a titolo risarcitorio, a due Infermiere per aver negato l’immediata mobilità. È la prima volta in Italia che un giudice condanni una azienda pubblica.

La sentenza fa ora scuola e sarà utilizzata da altri Infermieri, Medici, Oss e Professionisti Sanitari per altre mobilità negate.

Esulta la Fials, che poco fa ha diffuso una nota a firma del Segretario Provinciale della Fials di Bologna.

Condannato l’Ospedale “Federico II” di Napoli al risarcimento di € 20.000 per aver negato la Mobilità a due infermiere assistite dal legale della FIALS; la sentenza, la prima in Italia, mette chiaramente in discussione il potere delle Aziende di rifiutare il nulla osta agli operatori che vogliono tornare al Sud o in altri Enti della stessa Regione, dopo ver vinto una cosiddetta mobilità Aziende che non devono rimpallare i professionisti e dilazionare i tempi di rilascio.

Le nostre assistite stavano per rimanere bloccate a Bologna dopo ver vinto la Mobilità verso le Aziende del Sud nessun sindacato aveva voluto prendere a cuore la loro questione, tranne Noi che grazie al nostro studio legale ad alle nostre pressioni politiche (ricordiamo Sciopero della Fame di Sepe nel 2018) siamo riusciti a vincere una grande battaglia contro il Sant’Orsola Malpighi.

Un altro punto a favore di Sepe quindi, ed un altra tegola per i direttori generali delle aziende che dopo lo scandalo appalti ora si vede arrivare un altra condanna, non ci fermeremo spiega Sepe, continueremo ad attaccare a testa bassa fino a quando non verranno riconosciuti i diritti dei lavoartori​.

Dott. Alfredo Sepe
Vice – Segretario Regionale FIALS Emilia Romagna

Ecco la sentenza: LINK