Infermiera aggredita da detenuti durante tentativo di fuga. Fermati dai Carabinieri.
Infermiera aggredita da detenuti durante tentativo di fuga. Fermati dai Carabinieri.
Pubblicità

È accaduto l’altra notte presso il PS dell’ospedale Sant’Orsola. Medici, Infermieri e vigilantes aggrediti da un malcapitato. Fials annuncia una dura presa di posizione.

Con una nota diffusa agli organi di stampa la Fials provinciale di Bologna annuncia l’ennesimo episodio di violenza nei confronti di operatori sanitari del Pronto Soccorso del Sant’Orsola. Il segretario provinciale del sindacato annuncia una dura presa e posizione e chiama tutti (Infermieri, OSS e altre figure professionali) a scendere in campo nel corso dello sciopero convocato per il 15 gennaio 2020 e della manifestazione pubblica del 18 gennaio p.v.

Infermieri, Ostetriche, OSS e Professioni Sanitarie in piazza a Bologna: basta sfruttamento e demansionamento.

A parlare è ancora una volta il segretario Fials Alfredo Sepe.

Ma cosa è accaduto? Un signore visibilmente esagitato e già noto ha inveito e minacciato di prendere tutti a bastonate (in realtà non aveva alcun bastone, anche se qualche testimone ha riferito di averlo visto nascondere qualcosa da qualche parte all’esterno della struttura).

Tutto è avvenuto ieri sera alle ore 21.28 in punto. Già in precedenza il nostro era stato affidato ai servizi sociali.

Sepe dice basta alle aggressioni e chiede più sicurezza per Medici, Infermieri, Oss, Professioni Sanitarie e operatori della sicurezza. Secondo lui l’azienda, la Regione e il Ministero della Salute devono prendere seri ed urgenti provvedimenti.