Pubblicità

Era una delle società più blasonate nel campo socio-sanitario-assistenziale, ma oggi è venuta fuori la tremenda realtà. Sfruttavano tutti: Infermieri ed OSS in primis. E offrivano prestazioni inferiori ai Pazienti. Truffa da 10 milioni di euro.

Hanno truffato alle Regioni e allo Stato circa 10.000 presentando alle Aziende sanitarie rendicontazioni assistenziali volutamente gonfiate. Di contro sfruttavano con contratti capestro Infermieri e Operatori Socio Sanitari (ma anche Medici ed altri professionisti sanitari) nel nome del “benessere” e della “salute” di Pazienti minori ed anziani. Ora sono agli arresti. Si tratta dei vertici della società Sereni Orizzonti. Ad eseguire le custodie coatte la Guardia di Finanza.

Il logo di Sereni Orizzonti, già da tempo si parlava di personale sfruttato e di prestazioni assistenziali infermieri all'interno delle sue strutture.
Il logo di Sereni Orizzonti, già da tempo si parlava di personale sfruttato e di prestazioni assistenziali infermieri all’interno delle sue strutture.

“Comprimevano al massimo il costo del personale“, anche a rischio di pregiudicare “benessere e salute” di anziani e minori. Lo riferiscono i colleghi de “Il Fatto Quotidiano“.

Le irregolarità vanno dai rapporti di lavoro al raggiro degli ospiti privati che, a fronte delle rette di degenza pagate, hanno ottenuto prestazioni assistenziali inferiori. In questo modo, la società Sereni Orizzonti ha percepito illecitamente contributi pubblici per oltre 10 milioni di euro, presentando alle aziende Sanitarie rendicontazioni non veritiere in ordine agli standard quantitativi e qualitativi dei servizi assicurati nelle proprie strutture.

Massimo Blasoni, capo di Sereni Orizzonti, arrestato dalla Guardia di Finanza per truffa e sfruttamento.
Massimo Blasoni, capo di Sereni Orizzonti, arrestato dalla Guardia di Finanza per truffa e sfruttamento.

Sono le accuse con cui il gip del tribunale di Udine, Mariarosa Persico, ha disposto 9 misure cautelari personali a carico dei responsabili della truffa aggravata: si tratta di 4 custodie cautelari in carcere – tra cui il fondatore e presidente di Sereni Orizzonti, Massimo Blasoni, ex consigliere di Forza Italia – 4 arresti domiciliari e un obbligo di dimora.

Gli 8 arresti sono stati eseguiti dalle Guardia di Finanza di Udine che hanno anche eseguito perquisizioni e sequestri per un totale di dieci milioni di euro. La truffa aggravata è ai danni dei bilanci delle Regioni Friuli Venezia Giulia, Piemonte, Veneto, Emilia Romagna, Toscana e Sicilia.

Sereni Orizzonti, la società guidata da Blasoni al centro delle indagini, negli anni è diventata la prima azienda italiana per crescita nel settore della costruzione e gestione di residenze per anziani in larga misura non più autosufficienti. Ma anche nella gestione di comunità terapeutiche – riabilitative per minori e adolescenti – con sedi operative in tutto il territorio italiano.

Il gruppo di Blasoni opera anche in Germania e in Spagna. Gestisce 5.900 posti letto e occupa quasi 3mila dipendenti (soprattutto donne) in 80 residenza sanitarie assistenziali e 10 comunità per minori.

Nel 2019 il fatturato di Sereni Orizzonti (che aveva già segnato +147% nell’ultimo quadriennio) supererà per la prima volta quota 200 milioni di euro.