Servizio 118 Toscana: ambulanze senza infermieri, è caos.

Infermieri giù, medici a bordo: la decisione dell’Azienda Toscana Sud-Est di togliere equipaggio infermieristico per ripristinare quello medico sta creando molta polemica.

Ambulanza senza infermieri: il 118 in Toscana incassa un altro colpo.

Sul caso erano intervenuti già nei giorni scorsi Maurizio Marchetti, capogruppo FI in Consiglio Regionale Toscana, e l’On. Stefano Mugnai, vicepresidente del gruppo alla Camera.

“A quanto si apprende da informazioni ricevute al mio ufficio, sembrerebbe che, per la città di Siena, la direzione generale torni sui suoi passi” spiegano “proponendo di reintrodurre, sebbene in via sperimentale, il servizio di ambulanza con il medico a bordo al posto della infermierizzata. Si ritiene opportuno verificare la fondatezza di questa notizia e le motivazioni che porterebbero alla reintroduzione del medico sulla seconda ambulanza.”

Infermieri del 118 Toscana Sud Est cortesemente lasciati a piedi dal mezzo del 118.

Un vero e proprio passo indietro visto che circa un anno fa era stato realizzato in pompa magna in progetto del potenziamento del personale infermieristico in emergenza territoriale.

Marchetti aveva poi rimarcato sulla questione “Io resto sempre dello stesso avviso. Medici, infermieri e volontari sono tre colonne indispensabili per il sistema dell’emergenza-urgenza. Quanto ai professionisti, medici e infermieri dunque, non sono profili in competizione uno con l’altro.

Al contrario, hanno profili e ambiti di intervento definiti e non interscambiabili. Ciò detto: l’assetto territoriale di 118 non può essere un elastico. O almeno voglio capire se si governa il sistema secondo una strategia d’area, ed eventualmente quale, o se si naviga a vista come mi parrebbe di dover ritenere”.

Una questione su cui anche la politica professionale non è stata a guardare. Gli Ordini delle Professioni Sanitarie di Siena, Arezzo e Grosseto sono pubblicamente intervenuti con disappunto, annunciando tramite comunicato ufficiale: “Chiederemo all’assessore Saccardi se pensa che il sistema sanitario toscano debba reggersi su evidenze e ricerca di appropriatezza, o focalizzarsi su personalismi e luoghi comuni“.

E intanto sui Social prende campo #118ToscanaMaisenzaInfermieri, hashtag utilizzato sia da professionisti che da cittadini solidali.

Potrebbe interessarti...