Per un infermiere sapersi guardare dentro non è un lusso è una necessità.

180 Infermieri assunti in Sardegna, con lo anche 26 dirigenti medici.

Oggi mi sono svegliata con una sensazione di profonda e sconfinata tristezza.

Non avendone motivo, mi sono semplicemente permessa di ricevere questo regalo dell’esistenza, con la certezza che la risposta sarebbe presto arrivata.

Tempo di rispondere a un paio di messaggi Whatsapp – che ho sentito subito dissonanti rispetto al mio solito mood festoso – mi hanno fatto arrestare (quando siamo vulnerabili è più facile ferire gli altri) e guardando il telefono ho capito.

E’ il 7 di luglio.

Proprio otto anni fa un terribile incidente stradale ha cambiato la vita della mia famiglia per sempre. Uno schianto nella notte ha infranto la mia illusione che il mondo fosse incondizionatamente buono, per ciò che il mio ego definisce come buono, e nello stesso tempo, mi permette oggi di guardare alla perfezione della trama del Tutto.

In quel periodo stavo vivendo anni in cui la frequentazione dell’ambiente spirituale olistico mi aveva convinto della verità di amicizie che si sono sgretolati immediatamente dopo il dolore immenso che abbiamo attraversato, lasciando me e i miei familiari soli ed attoniti.

Ci sono voluti diversi anni per riprenderci, per perdonarci, per ripartire con entusiasmo verso nuovi obiettivi fatti di presenza e di amore in ciò che siamo, piuttosto che in ciò che sono gli altri.

La mia avventura con AHNA è idealmente incominciata lì.

Nel non sapere più a che santo rivolgermi e nel essere costretta a guardare ancora più profondamente dentro di me.

Nel non chiedere più di essere riconosciuta da fuori e nel dovermi accogliere, con tutta la compassione che avevo imparato per la mia bambina interiore, con amorevolezza e obiettività, valutando bene i miei pro e i miei contro.

E tra i miei pro, ho visto quale enorme valore rivestiva per me l’essere affidabile, l’essere disposta a sacrificarmi per gli altri, se necessario.

Cioè essere un’infermiera.

Un’infermiera esattamente come quei colleghi, che in quei giorni ci offrivano un supporto che andava oltre ai gesti e alle procedure, ma che davvero era racchiuso in un prendersi carico della persona nella sua interezza, della sua famiglia, e della loro estrema vulnerabilità e difficoltà.

E così, da lì e nei giorni e anni a venire, è nato in me un sogno. Quello di portare a questi colleghi così immensi, la mia gratitudine congiuntamente agli strumenti che mi avevano aiutato a guardare dentro di me e a venire emotivamente fuori da quello che avrebbe potuto trasformarsi in un disastro.

Un disastro che invece oggi sta diventando il punto di svolta per tutta una categoria professionale.

Ecco, ho potuto scrivere questo perché oggi, con gli strumenti di cui sono ormai in larga parte padrona, ho saputo comprendere un’importante lezione che la vita mi ha impartito. Che ho rischiato di perdere una figlia, ma ci ha permesso di diventare la splendida famiglia unita che oggi siamo e anche i professionisti completi che siamo diventati. E questo non perché abbiamo qualifiche e diplomi, ma perché abbiamo, oltre ad essi, fatto esperienza della vita.

Come professionisti sanitari, saper portare consapevolezza ai nostri movimenti interiori, saperci ascoltare ed accogliere, fa la differenza.

Anche per questo spero che saranno in molti ad approfittare dell’opportunità di farlo, grazie alle proposte formative che AHNA ha progettato su misura per noi infermieri. Perchè per AHNA “Ogni infermiere* è un infermiere olistico”, ma ognuno di noi ha bisogno, in più…

Bibliografia

…Di imparare l’alchimia della trasformazione.

 
Silvia Oggioni – Docente di Infermieristica Olistica e Responsabile AHNA Italia

BIBLIOGRAFIA

Instrument Development of Integrative Health and Wellness Assessment™

Deborah McElligottDNP, ANP-BC, AHN-BC, HWNC-BCSarah EckardtMSBarbara Montgomery Dossey,PhD, RNSusan LuckMA, RNPatricia EckardtPhD, RN
Journal of Holistic Nursing, vol. 36, 4: pp. 374-384. First Published December 18, 2017.

Mindfulness: Assessing the Feasibility of a Pilot Intervention to Reduce Stress and Burnout

Kate M. MontanariDNP, APRN, CNPCassandra L. BoweDNP, APRN, CNPSherry S. ChesakPhD, RNSusanne M. CutshallDNP, APRN, CNS
Journal of Holistic NursingFirst Published 28 Aug 2018.

Using Guided Reflection to Reduce Test Anxiety in Nursing Students

Caitlin BeggsMSN, RNC-NICDeborah ShieldsPhD, RN, CCRN, QTTT, AHN-BCHeather Janiszewski GoodinPhD, RN

Journal of Holistic Nursing, vol. 29, 2: pp. 140-147. First Published January 24, 2011.

Self-Renewal in Nursing Leadership: The Lived Experience of Caring for Self

Cynthia J. Brown

Journal of Holistic Nursing, vol. 27, 2: pp. 75-84. First Published January 31, 2009.

Energetic Modalities as a Self-Care Technique to Reduce Stress in Nursing Students

Deborah KramerEdD, RN, CPNP, FNP

Journal of Holistic Nursing, vol. 36, 4: pp. 366-373. First Published December 5, 2017.

Silvia Oggioni  è docente di infermieristica olistica, presidente dell’Associazione EMPATIA  e Responsabile Sezione italiana di American Nurses Association.

Potrebbe interessarti...