Paziente ricoperta da formiche: Infermieri e sindacalisti sospesi a Napoli.

Paziente ricoperta da formiche: Infermieri e sindacalisti sospesi a Napoli.

Sembra uno scherzo, ma la sospensione è stata minima, quando di facciata. La Direzione dell’ASL Napoli 1 sceglie la strada più “tenera”.

Sono due gli Infermieri sospesi a Napoli dopo il caso della Paziente ricoperta da formiche. Lo rende noto la direzione dell’ospedale San Giovanni Bosco che ha lasciato a casa per un mese due colleghi e per dieci giorni due sindacalisti. Queste le sanzioni decise dall’Asl Napoli 1 in merito a uno degli episodi in cui sono comparse formiche nel nosocomio partenopeo. 

L’episodio contestato, che risale a fine gennaio, non fu il primo a verificarsi nell’ospedale San Giovanni Bosco. Nel dispositivo di sospensione la condotta degli infermieri viene definita come «una condotta collettiva preordinata a futili dimostrazioni in una situazione in cui l’unico soggetto da tutelare era l’ammalato, il quale è stato chiaramente trascurato, seppur per un tempo contenuto, in una situazione di disagio e lesiva della sua dignità personale». 

I fatti sono accaduti al San Giovanni Bosco tra il 9 e il 10 novembre 2018. Per l’accadimento, dopo la denuncia del consigliere regionale dei Verdi, Francesco Emilio Borrelli, e la pubblicazione sui social di un video incriminatori, sono stati sospesi dal lavoro un Medico e tre Infermieri. Tutto ciò mentre nessun provvedimento è stato preso nei confronti della direzione sanitaria e manageriale della struttura nosocomiale.

Sospesi a partire da ieri medico e infermieri in servizio tra il 9 e il 10 novembre perché si può ritenere “legittimo il sospetto che tutto il personale di turno sia venuto meno alle proprie funzioni di controllo e vigilanza della paziente per un lungo lasso di tempo abbandonandola di fatto a se stessa e, soprattutto, tra le formiche”.

Fonte: AssoCareNews.it – IlMattino.it

Potrebbe interessarti...