Pubblicità

Sta per nascere ufficialmente l’infermiere di Famiglia e di Comunità. Lo annuncia l’On. Stefania Mammì.

L’on. Stefania Mammì (M5S) annuncia la prossima approvazione del suo disegni di legge e quindi l’Istituzione ufficiale dell’infermiere di Famiglia e di Comunità.

Mammì (M5S): “Compie un anno la mia Proposta di Legge per l’introduzione dell’infermiere di famiglia e di comunità. Per migliorare quello che già è stato proposto dal mio Governo nel decreto rilancio, dove si​ affida alle Regioni il compito di riorganizzare e potenziare la rete di sorveglianza e le cure domiciliari. Fin da quando ho messo piede in Parlamento mi sono battuta per l’introduzione dell’infermiere di famiglia e di comunità, una figura che ritengo fondamentale. Gli emendamenti vanno incontro alle richieste di attenzione della categoria che come vediamo anche oggi sui giornali, è scesa nelle piazze per farsi ascoltare e per mantenere alta l’attenzione su di loro anche dopo l’emergenza Covid e trovo sia un sacrosanto diritto che oggi ho il dovere di evidenziare. Il Governo,​ nel​ primo articolo del decreto rilancio, ha introdotto​ quanto già previsto nella mia proposta di legge,​ significa che la direzione è quella giusta. L’infermiere di famiglia e di comunità, grazie alle sue competenze e professionalità, si occuperà di assistere il paziente, in collaborazione con il medico di famiglia, in ambito extra-ospedaliero seguendolo nel percorso riabilitativo, assicurarsi che segua la terapia e scongiurando così la possibilità del​ riacutizzarsi di malattie croniche ed evitare frequenti ricoveri ospedalieri”, conclude l’onorevole pentastellato.