histats.com
mercoledì, Aprile 24, 2024
HomeIn evidenzaMedici contro Infermieri: "quel Contratto è da rivedere, ognuno deve fare il...

Medici contro Infermieri: “quel Contratto è da rivedere, ognuno deve fare il suo o ci saranno duri contenziosi”.

Pubblicità

I Medici di Anaao-Assomed e Federazione Cimo-Fesmed a gamba tesa contro il CCNL di Infermieri, Ostetriche e Professioni Sanitari in fase di vidimazione alla Corte dei Conti: “ci saranno duri contenziosi se non sarà modificato”.

Da una parte la Federazione Nazionale Ordini dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri (FNOMCeO) e la Federazione Nazionale Ordini delle Professioni Infermieristiche (FNOPI) cercano di trovare una quadra e momenti di collaborazione e di interscambio professionale, dall’altra ci sono i sindacati medici che sparano a zero sulle nuove competenze e sui nuovi ruoli professionali degli Infermieri. A scendere in campo contro il CCNL Comparto Sanità 2019-2021 sono ancora una volta i segretari e presidenti di Anaao-Assomed e Federazione Cimo-Fesmed, ovvero Pierino Di Silverio per la prima sigla e Guido Quici per la seconda.

“Il personale del ruolo sanitario non può gestire processi clinico-assistenziali e diagnostici, compiti che secondo la legge rientrano esclusivamente nell’alveo delle competenze dei laureati in Medicina e Chirurgia. Eppure l’ipotesi di Ccnl del comparto sanità per il triennio 2019-2021 – che è già stato siglato da Aran e sindacati e ha ottenuto il via libera da parte del Consiglio dei Ministri, ma che è ancora in attesa della certificazione della Corte dei conti – introduce nuove tipologie di incarichi di funzione organizzativa e professionale che comportano per il personale del ruolo sanitario anche l’assunzione di specifiche responsabilità nella gestione dei processi clinico-assistenziali e diagnostici” – spiegano in una nota Di Silverio e Quici, che, come riferiscono i colleghi del Quotidiano Sanità, hanno segnalato la contraddizione normativa alla Corte dei conti annunciando anche l’intenzione di richiedere un interpello all’Aran.

Le nuove previsioni contrattuali i due Medici-Sindacalisti “introdurrebbero dunque, per via pattizia, competenze professionali che la legge riserva alla categoria medica e non attribuisce ai profili sanitari. Inoltre, l’eccessiva genericità e ambiguità del testo potrebbe alimentare un conflitto di competenze e di ruoli tra diverse categorie di personale, con possibili ricadute in termini di responsabilità professionale e quindi di contenziosi2.

“I professionisti sanitari sono fondamentali per assicurare un’adeguata assistenza al paziente nella quale la professionalità degli infermieri ha acquisito nel tempo sempre maggiore rilevanza. Tuttavia non possiamo rimanere silenti dinanzi all’ennesimo tentativo di affidare attività mediche a figure non mediche, che non hanno le competenze necessarie per effettuare una diagnosi o gestire gli aspetti clinici di una malattia garantendo la sicurezza delle cure. Il fine ultimo del percorso di cura – proseguono i leader sindacali – rimane la salvaguardia della sua qualità e della sua sicurezza che non può prescindere dai ruoli che la legge riserva alle singole figure professionali e dalle rispettive competenze senza che per questo nessuno si possa considerare un attore secondario” – aggiungono.

Pertanto “attendiamo il riscontro della Corte dei conti e dell’ARAN, ma in ogni caso siamo pronti a ricorrere ad ogni strumento di natura sindacale a nostra disposizione per tutelare le prerogative dei medici e la salute dei pazienti”.

Una vera e propria guerra tra professionisti, che ovviamente, anche se in maniera minore, non risparmia Ostetriche e Professioni Sanitarie e con loro la Federazione Nazionale Ordini Professione Ostetrica e la Federazione Nazionale TSRM PSTRP, che a loro volta da tempo cercano intese con la FNOMCeO.

RELATED ARTICLES

1 commento

Comments are closed.

Novità

© 2023-2024 Tutti i diritti sono riservati ad AUSER APS - San Marco in Lamis - Tra sanità, servizi socio sanitari e recupero della memoria - D'intesa con AssoCareINFormazione.it.

© 2023-2024 ACN | Assocarenews.it

Quotidiano Sanitario Nazionale – In attesa di registrazione al Tribunale di Foggia.

Direttore: Angelo “Riky” Del Vecchio – Vice-Direttore: Marco Tapinassi

Incaricati di Redazione: Andrea Ruscitto, Lorisa Katra, Luigi Ciavarella, Antonio Del Vecchio, Francesca Ricci, Arturo AI.

Per contatti: WhatsApp > 3474376756Scrivici

Per contatti: Cell. > 3489869425PEC

Redazione Centrale: AUSER APS - Via Amendola n. 77 - San Marco in Lamis (FG) – Codice Fiscale: 91022150394