histats.com
martedì, Febbraio 7, 2023
HomeIn evidenzaLa Regione non vuole riconoscere 150 euro a Infermieri, OSS e Professioni...

La Regione non vuole riconoscere 150 euro a Infermieri, OSS e Professioni Sanitarie.

Pubblicità

Ancora una volta la Regione Toscana contro i dipendenti della sanità. Lo denuncia la CISL FP, che annuncia penalizzazioni per Infermieri, Ostetriche, OSS, Professioni Sanitarie, Amministrativi e Tecnici.

La Regione Toscana penalizza i propri dipendenti della sanità e, con una scelta amministrativa assolutamente non obbligata, ne esclude 2049 dal bonus di 150 euro del Dl. Aiuti.

Lo denuncia in una nota il reggente della Fp-Cisl Toscana, Mauro Giuliattini.

Il 2 novembre scorso infatti, all’ARAN, è stato siglato il rinnovo del Contratto della Sanità Pubblica, che comporta anche il riconoscimento di arretrati per gli anni di vacanza contrattuale, dal 2020 ad oggi.

La Fp-Cisl aveva chiesto al Dipartimento competente della Regione di non inserire nella busta paga di novembre le cifre arretrate, proprio per non perdere il beneficio del bonus, che spetta soltanto a chi, nel mese di Novembre, abbia una busta paga al di sotto di 1538 euro lordi (imponibile contributivo).

La Regione, secondo la denuncia della Fp-Cisl, ha scelto invece di procedere immediatamente al pagamento degli arretrati che, ovviamente, portano il salario al di sopra della soglia. Così facendo la Regione farà risparmiare oltre 300 mila euro alle casse dello Stato, ma priverà 2049 suoi lavoratori della sanità (gli eroi del Covid….) di 150 euro.

La CISL FP Toscana denuncia: Ancora una volta la Regione Toscana contro i dipendenti della Sanità.

Il 2 novembre all’ARAN è stato siglato in via definitiva il rinnovo del Contratto della Sanità Pubblica.

Nonostante la CISL FP Toscana abbia richiesto alla Regione Dipartimento Direzione Sanità Welfare e Coesione Sociale di non pagare a novembre gli arretrati per permettere ai dipendenti a più basso reddito di poter usufruire del bonus di 150,00 € del Decreto Legge Aiuti, la Regione Toscana ha invece dato disposizioni che danneggeranno i 2049 lavoratori del Servizio Sanitario Regionale che ne hanno diritto; inoltre la Regione ha dato disposizioni di non corrispondere neppure tutti gli arretrati ma solo una parte di essi.

Così facendo la Regione Toscana fa risparmiare al fisco oltre 300.000,00 €.

Il Reggente CISL FP Toscana Mauro Giuliattini

RELATED ARTICLES

Novità

© 2021 Tutti i diritti sono riservati ad AssoCareINFormazione.it.

© 2021 ACN | Assocarenews.it

Associazione di promozione culturale – In attesa di registrazione al Tribunale di Foggia.

Direttore: Angelo “Riky” Del Vecchio – Vice-Direttore: Marco Tapinassi

Incaricati di Redazione: Felice La Riccia, Lorisa Katra, Michela Ciavarella, Michelarcangelo Orlando, Francesca Ricci, Gioacchino Costa.

Per contatti: WhatsApp > 3805851500 – Cellulare 3489869425 Scrivici

Redazione Puglia: Via Renato Guttuso, 4 – Rignano Garganico (FG) – Codice Fiscale: 91022150394

Redazione Toscana: Via Girolamo Fracastoro, 27 Firenze – Codice Fiscale: 91022150394