Pubblicità

Riportiamo integralmente un messaggio ricevuto su WhatsApp che mi è stato inviato da una ex-paziente del collega Angelo Amato, Infermiere siciliano.

Messaggio che ha riempito il mio cuore ❤ e quello dei miei colleghi.

Professionisti della salute meravigliosi, competenti e sempre con il sorriso sulle labbra e una parola di conforto per i pazienti.

Ecco le belle parole che ho ricevuto:

In tutti i lavori occorre professionalità, ma per il vostro non basta, oltre a seguire regole e manuali occorre anche tanto cuore..nel vostro settore un gesto fatto col cuore, una parola di conforto vale più di mille medicine, specie quando ti ritrovi all’improvviso ribaltata in una realtà a cui spesso non pensi..dove speri che non sia nulla di grave, dove pensi che c’è un bimbo a casa ad aspettarti..dove ti ritrovi da sola per questo maledetto covid ..il tutto magari accentuato dal carattere che un paziente si ritrova..il mio forse più fragile.

Non scherzavo quando ho detto lui è “Il mio Angelo”… per me è stato importante il tuo conforto ed interesse, è stata una “flebo di coraggio”… e con te anche altri infermieri porterò nel cuore, il gentilissimo Rosario, la dolcissima Giusy, Maria dallo sguardo materno e altri nomi che mi sfuggono… grazie mille, grazie di cuore… finalmente dimessa! Gabriella Nobile ex paziente della stanza senza campanello…

Amato Angelo, Infermiere

1 COMMENT

Comments are closed.