histats.com
martedì, Maggio 24, 2022
HomeSindacato e PoliticaDiritti e contrattiLa FSI-USAE sulla proroga dei contratti degli infermieri del 118: «Qualche dubbio...

La FSI-USAE sulla proroga dei contratti degli infermieri del 118: «Qualche dubbio rimane».

Pubblicità

La FSI-USAE è intervenuta sulla proroga dei contratti degli infermieri del 118 dell’ASL Foggia rimostrando più di qualche dubbio.

La scrivente O.S. apprezza tantissimo l’immediata replica da parte del Direttore Generale della ASL Foggia alla nostra istanza. Finalmente è tutto a posto…

In effetti, però, qualche dubbio c’è rimasto.

La rassicurazione fornita dal dottor Piazzolla, in cui afferma che la scadenza dei contratti a tempo determinato di alcuni infermieri del 118 non avrà alcuna ripercussione sull’assistenza sanitaria e che sono state già individuate soluzioni utili a garantire la continuità assistenziale, si basa su una continuità del servizio garantita con turni di straordinario.

Ci spieghiamo meglio: l’infermiere che presta servizio nella sede dove mancherà una unità, quando smonterà da un turno notturno, invece di riposare la notte successiva, dovrà fare un altro turno, diurno o notturno, in straordinario per arrivare alla copertura di tutti i turni previsti.

Questa evenienza venne fortemente contestata da tutte le forze sindacali in passato, in quanto il lavoro svolto dal Personale Infermieristico, avviene a diretto contatto con la persona e non può permettere errori.

Lo vogliamo capire?

In un Infermiere stanco, perché reduce da un turno notturno e non ha adeguatamente riposato, aumenta notevolmente la possibilità di sbagliare.

In passato eravamo tutti d’accordo che avremmo riservato questa evenienza solo a “condizioni straordinarie”, che sicuramente non sono la normale copertura del turno.

A quanto pare tutto questo è stato dimenticato da alcuni componenti di altre sigle sindacali, che a spada tratta hanno “levato gli scudi” attorno al Direttore Generale, affermando il suo buon operato ed accusandoci di voler strumentalizzare I ‘accaduto.

Personalmente non si comprende, anzi, non si vuol comprendere questo atteggiamento.

Inoltre, non ci è chiaro qual è il significato della affermazione del Direttore Generale, quando dice che rassicura le Infermiere e gli Infermieri in quanto sarà applicato quanto previsto dalla normativa.

Ma questi Infermieri, da domani, lavoreranno o no?

A nostro modesto avviso, la pubblicazione della graduatoria definitiva del concorsone espletato dalla ASL Bari, avvenuta nel frattempo ieri, prima di essere operativa, dovrà attendere un congruo periodo necessario alla valutazione dei ricorsi, che, come sempre accade, saranno presentati.

Secondo noi, le nuove assunzioni non partiranno a breve.

Nel frattempo, queste persone rimarranno senza lavoro se non si troveranno altre soluzioni.

Inoltre, se i suddetti Infermieri non saranno collocati in posizione utile nella predetta graduatoria, cosa succederà?

Altro che a breve o a giorni!

Vogliamo ricordare che questi Infermieri, avendo maturato 36 mesi di lavoro, sono quelli che ci sono venuti a salvare durante la prima, la seconda ed ora la terza ondata di pandemia.

Sono quelli che girano bardati tutto il giorno, che hanno dovuto usare i pannolini sotto la tuta (per una normale funzione fisiologica), che non potevano bere né mangiare durante tutto il turno.

Tornavano stanchi e stremati a casa e non potevano avvicinarsi alle proprie famiglie per la paura di contagiare i propri cari.

Ci saremmo aspettati, almeno sotto il profilo umano, una maggiore considerazione, piuttosto che rassicurazioni cosi vaghe – è quanto si legge a termine della missiva a firma del segretario Territoriale FSI-USAE, Achille Capozzi.

Redazione AssoCareNews.it
Redazione di AssoCareNews.it
RELATED ARTICLES

Novità

© 2021 Tutti i diritti sono riservati ad AssoCareINFormazione.it.

© 2021 ACN | Assocarenews.it

Associazione di promozione culturale – In attesa di registrazione al Tribunale di Foggia.

Direttore: Angelo “Riky” Del Vecchio – Vice-Direttore: Marco Tapinassi

Incaricati di Redazione: Felice La Riccia, Lorisa Katra, Michela Ciavarella, Michelarcangelo Orlando, Francesca Ricci, Gioacchino Costa.

Per contatti: WhatsApp > 3805851500 – Cellulare 3489869425 Scrivici

Redazione Puglia: Via Renato Guttuso, 4 – Rignano Garganico (FG) – Codice Fiscale: 91022150394

Redazione Toscana: Via Girolamo Fracastoro, 27 Firenze – Codice Fiscale: 91022150394