Infermieri salvano bimbo a Savona: rischiava di annegare in piscina

Due Infermieri di Pavia salvano per caso bimbo a Savona: stava annegando in piscina a Borgio Verezzi.
Due Infermieri di Pavia salvano per caso bimbo a Savona: stava annegando in piscina a Borgio Verezzi.

Bimbo salvato a Borgio Verezzi in provincia di Savona dopo aver avuto un malore o osser stato risucchiato dal sistema di aspirazione di una piscina. Il salvataggio è stato eseguito da due Infermieri poco fa presso il Camping Park Mara di Via Trento.

Due Infermieri di Pavia, che si trovavano là in vacanza, e il bagnino dell’azienda vacanziera sono intervenuti immediatamente. Lo hanno portato in salvo e rianimato. I due infermieri sono Roberto Prazzoli, in servizio al San Matteo, in Radiologia e al 118, e la moglie Tiziana Viola, che è Coordinatrice Infermieristica presso l’endoscopia alla Maugeri. Sentendo gridare sono immediatamente intervenuti, praticando la rianimazione cardiopolmonare e permettendo al cuoricino di Sergio di ricominciare a battere.

Eroe involontario di questa storia un ragazzino di 9 anni di origini brasiliane. A quanto si è capito dalle prime ricostruzioni delle forze dell’ordine intervenute e dei sanitari intervenuti sul posto, il piccolo sarebbe stato “risucchiato” sott’acqua dal sistema di aspirazione dell’acqua. E’ solo una ipotesi al vaglio degli inquirenti, ma non è escluso un malore del bambino. Fatto sta il bambino pare fosse incastrato nel sistema di purificazione delle acque della piscina. Non riuscendo a risalita avrebbe provato a tutti i costi di divincolarsi, fino a quando qualcuno nei presenti nell’area ha lanciato l’allarme.

Il bimbo vive a San Donato Milanese ed era con la famiglia in vacanza nel Savonese.

Potrebbe interessarti...