histats.com

Infermieri, OSS e Professionisti Sanitari: FIALS Bologna chiede immediati aumenti stipendiali.

Infermieri, OSS e Professionisti Sanitari: FIALS Bologna chiede immediati aumenti stipendiali.

La FIALS di Bologna chiede immediati aumenti stipendiali per tutti i dipendenti delle 4 aziende sanitarie dell’hinterland. Lo fa con una proposta concreta: basta un passaggio di fascia giuridico.

In una nota diffusa agli organi di stampa dal segretario provinciale della FIALS di Bologna, Alfredo Sepe, si chiede alle 4 aziende sanitarie dell’hinterland immediati aumenti di stipendio. Il sindacato propone anche la sua soluzione: “dotiamo tutti di passaggi di fascia giuridici, a cui poi facciamo corrispondere passaggi economici”. Infermieri, OSS e Professionisti Sanitari fremono.

Ecco il comunicato della FIALS di Bologna.

La FIALS di Bologna ha appena trovato la soluzione per far effettuare un PASSAGGIO DI FASCIA a tutti i dipendenti delle 4 Aziende Bolognesi (Aosp Bologna, USL Imola, Rizzoli, USL Bologna) una proposta semplice ed illuminate, non legata ai vincoli di finanza pubblica, siano essi nazionali , regionali, aziendali

Secondo il segretario provinciale della FIALS Alfredo Sepe, basta, infatti effettuare un Passaggio di Fascia Giuridico, cioè dare il diritto giuridico alla fascia ai lavoratori, corrispondendo in un secondo momento la parte economica, in base alle risorse che vengono finalizzate anno per anno in contrattazione integrativa. In questo modo ogni dipendente opziona il DIRITTO ALLA FASCIA, e nessuno potrà più negarglielo (lo abbiamo già fatto al Sant’Orsola). Sfidiamo chiunque giurista/legale (anche in un confronto pubblico) ad affermare il contrario.

Le coperture ci sono, basta pensare che le 4 Aziende Bolognesi:

  • spendono ogni anno 2 milioni di Euro in Posizioni Organizzative (a favore di circa il 10% dei Dipendenti );
  • abusano del lavoro straordinario non assumendo personale;
  • non utilizzano le risorse che provengono dalla Libera Professione;
  • non inseriscono le risorse delle sponsorizzazioni (RIA, risparmi Part/Time, ecc.).

Il tutto mentre il restante 90% dei dipendenti, si deve accontentare delle briciole, lavorare per quattro spiccioli e non vedersi riconosciuto nemmeno un Passaggio di Fascia. Ora bisogna dare risposte agli 11 mila Lavoratori del Comparto (Infermieri, Oss, Tecnici di Radiologia, Fisioterapisti) che lavorano nelle 4 Aziende Bolognesi.

Chiediamo a CGIL, CISL e UIL un cambio di rotta. Se sono davvero dalla parte dei lavoratori, devono sostenere la nostra proposta. La FIALS è pronta a confrontarsi con queste organizzazioni sindacali anche pubblicamente.

Redazione

Servizio Redazionale.

© 2019-2020 Tutti i diritti sono riservati ad AssoCareINFormazione.it.

© 2019 ACN | Assocarenews.it

Associazione di promozione culturale – In attesa di registrazione al Tribunale di Bologna.

Direttore: Angelo “Riky” Del Vecchio – Vice-Direttore: Marco Tapinassi

Incaricati di Redazione: Giulia De Francesco, Giovanni Maria Scupola, Ivan Santoro, Gioacchino Costa.

Per contatti: WhatsApp > 3805851500 – Cellulare 3489869425 Scrivici PEC

Redazione Emilia Romagna: Viale Spadolini, 13 – Ravenna – Codice Fiscale: 91022150394

Redazione Toscana: Via Girolamo Fracastoro, 27 Firenze – Codice Fiscale: 91022150394